June 9, 2023

Ricostruzione di uno degli scheletri di Homo naledi nella posizione in cui è stato trovato (Immagine cortesia Berger et al., 2023)

Tre articoli in fase di peer-review in vista di una pubblicazione sulla rivista “eLife” riportano diversi aspetti di uno studio su quelle che sono state definite come sepolture intenzionali di individui appartenenti alla specie Homo naledi. Vari ricercatori che includono il dottor Lee Berger, che guidò il team che scoprì questi ominini, hanno esaminato la grotta chiamata Rising Star, a circa 50 km a nordovest di Johannesburg, in Sud Africa, in cui i loro fossili sono stati scoperti e quelle che sono state interpretate come incisioni di simboli che accompagnano le sepolture. Ciò significherebbe che gli Homo naledi seppellivano i loro morti tra 241.000 e 335.000 anni fa, 100.000 anni prima degli Homo sapiens.