Star Trek: Picard – Resa

Jean-Luc Picard (Patrick Stewart) in Resa (Immagine cortesia Paramount+ / Amazon Prime Video)
Jean-Luc Picard (Patrick Stewart) in Resa (Immagine cortesia Paramount+ / Amazon Prime Video)

“Resa” (“Surrender”) è l’ottavo episodio della terza stagione della serie “Star Trek: Picard” e segue “Dominio“. È disponibile in varie nazioni sulla piattaforma di streaming Paramount+ e in molte altre nazioni su Amazon Prime Video.

Nota. Quest’articolo contiene alcuni spoiler su “Resa”.

Vadic (Amanda Plummer) sembra aver preso il pieno controllo della USS Titan e minaccia di uccidere i suoi ostaggi uno dopo l’altro se Jack Crusher (Ed Speleers) non si consegnerà. L’unica speranza sembra usare Data (Brent Spiner) per riprendere il controllo dei sistemi dell’astronave ma potrà farlo solo se prevarrà su Lore.

Buona parte di questa stagione ha visto la USS Titan in pericolo in situazioni che almeno apparentemente erano senza uscita. Ciò è vero ancor di più quando l’astronave è sotto il controllo del nemico. Era prevedibile che qualcuno sarebbe stato ucciso anche se nessun ostaggio indossava una maglia rossa perciò era difficile capire chi sarebbe stata la vittima sacrificale.

L'equipaggio di "Star Trek: The Next Generation" in Resa (Immagine cortesia Paramount+ / Amazon Prime Video)
L’equipaggio di “Star Trek: The Next Generation” in Resa (Immagine cortesia Paramount+ / Amazon Prime Video)

Dopo la fine dell’episodio precedente, aspettavamo le ultime rivelazioni riguardo alla natura di Jack Crusher e quest’elemento della trama, che è diventato fondamentale, è diventato anche il problema. Episodio dopo episodio abbiamo visto le capacità di Jack e Vadic ha fornito vari indizi su di esse e sul fatto che i mutaforma lo vogliono ma, arrivati a questo punto, gli sceneggiatori stanno facendo i salti mortali per mantenere ancora qualche rivelazione. Capisco la volontà di mantenere qualche colpo di scena per gli ultimi episodi e spero che valga la pena di avere questa lunga attesa ma c’è il rischio di rimanere delusi. Il coinvolgimento di Deanna Troi (Marina Sirtis) potrebbe finalmente portarci oltre la porta rossa.

Dove quest’episodio ha successo è, ancora una volta, nei collegamenti con “Star Trek: The Next Generation” più che mai profondi. Per i vecchi fan, rivedere il vecchio equipaggio dell’Enterprise al tavolo assieme è un momento emozionante. Anche nel confronto tra Data e Lore, i vecchi ricordi sono cruciali, con l’inclusione di Spot e Tasha Yar. Anche per Data, quella che sembra una resa è in realtà la chiave. Le interazioni tra William Riker (Jonathan Frakes) e Worf (Michael Dorn) non mi sembrano il meglio come commedia ma non si può avere tutto.

Complessivamente, “Resa” mi è parso un episodio imperfetto per come continua a girare attorno al problema fondamentale delle capacità di Jack Crusher. In compenso, offre tante emozioni ai vecchi fan riportando assieme i personaggi storici di “Star Trek: The Next Generation”. A questo punto, le aspettative per gli episodi finali sono davvero elevate!

Deanna Troi (Marina Sirtis) e Jack Crusher (Ed Speleers) in Resa (Immagine cortesia Paramount+ / Amazon Prime Video)
Deanna Troi (Marina Sirtis) e Jack Crusher (Ed Speleers) in Resa (Immagine cortesia Paramount+ / Amazon Prime Video)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *