Città di fuoco / La città e l’abisso di Walter Jon Williams

Città di fuoco di Walter Jon Williams
Città di fuoco di Walter Jon Williams

Il romanzo “Città di fuoco” / “La città e l’abisso” (“City on Fire”) di Walter Jon Williams è stato pubblicato per la prima volta nel 1997. È il seguito di “Metropolitan“. In Italia è stato pubblicato da Mondadori: la prima parte come “Città di fuoco” nel n. 1427 di “Urania” e nel n. 238 di “Urania Collezione” e la seconda parte come “La città e l’abisso” nel n. 1433 di “Urania” e nel n. 239 di “Urania Collezione” nella traduzione di Roberto Marini.

Aiah è considerata un’indiziata di vari presunti crimini dalle autorità di Jaspeer. Per lei è meglio trasferirsi a Caraqui, dove Constantine è diventato ministro del governo formato dopo la rivoluzione che ha contribuito a far vincere. Viene incaricata di dirigere la Divisione Controllo Plasma.

Grazie alla sua nuova posizione, Aiah può combattere la mafia di Caraqui ma si trova invischiata negli intrighi della metropoli. I triumviri a capo del governo hanno diverse idee per il futuro di Caraqui e alcune metropoli vicine fomentano un nuovo tentato colpo di stato. Aiah si trova ad aiutare Constantine in più modi di quanto pensasse.

Questo romanzo continua la storia iniziata in “Metropolitan” ambientata in uno strano mondo isolato dallo Scudo e completamente coperto da una città divisa in metropoli. L’importanza del plasma, il ruolo che ha in entrambi i romanzi e certi sviluppi in questo seguito che diventano più mistico-religiosi dà ad essi un tono più vicino al fantasy che alla fantascienza ma queste sono opere in cui le etichette di genere sono limitanti.

Intrighi e manipolazioni erano importanti già in “Metropolitan” e diventano centrali in questo seguito. Constantine ha avuto un ruolo cruciale nel rovesciare il governo corrotto della metropoli di Caraqui ma ha ancora molto lavoro. Per certi versi deve lavorare ancor più di prima perché la situazione interna, anche con i suoi alleati nel nuovo governo, e i rapporti con le metropoli vicine sono complicati.

Ci sono battaglie vere e proprie ma buona parte degli scontri di potere viene combattuta in modi più sottili che includono propaganda, diplomazia e anche ricatti. Molti dialoghi riguardano le varie mosse di vari personaggi e riflessioni che possono essere anche molto interessanti su politica e governo.

In una storia in cui l’elemento politico è centrale, rimane importante il rapporto personale tra Constantine e Aiah con la sua complessità. Già in “Metropolitan” non era semplice, anche per la presenza di Sorya, l’assistente molto speciale di Constantine, che in questo seguito ha un ruolo importante nell’intelligence di Caraqui.

Il rapporto tra Constantine e Aiah diventa ancor più complesso perché lui la usa per portare avanti i suoi piani fornendole solo le informazioni che lui ritiene necessarie. Le affida poteri e responsabilità crescenti, i quali hanno conseguenze importanti, anche nel rapporto tra i due.

Il ruolo di Aiah diventa molto pubblico, una posizione decisamente diversa da qualsiasi sua esperienza precedente. In “Metropolitan” la sua storia personale era spesso quella di una persona normalissima mentre in questo seguito rimangono i contatti con la sua famiglia ma per il resto rimane ben poco di normale nella sua vita.

Aiah conduce varie operazioni per conto di Constantine che vengono usate da Walter Jon Williams anche per mostrare altro di quel mondo. Ad esempio, attraverso un’esperienza di Aiah scopriamo qualcosa di più sul misterioso Scudo che circonda il mondo. È un mistero che non viene ancora svelato e l’autore probabilmente aveva pianificato di svilupparlo in un ulteriore seguito. La cancellazione della collana di libri in cui erano stati pubblicati questi due romanzi aveva bloccato il progetto.

La città e l'abisso di Walter Jon Williams
La città e l’abisso di Walter Jon Williams

Il risultato è che “Città di fuoco” / “La città e l’abisso” ha un finale piuttosto aperto. La buona notizia è che Walter Jon Williams ha ripreso possesso dei diritti per i due romanzi di questa serie e nei mesi scorsi ha annunciato sul suo blog che sta lavorando sul terzo romanzo. Avere una serie monca era l’unico motivo per non consigliare la lettura di due romanzi intriganti ambientati in un mondo narrativo unico. Ora si tratta solo di attendere la pubblicazione del nuovo libro di questa serie e nel frattempo è possibile godersi in pieno i primi due.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *