Star Trek: Discovery – Quella speranza sei tu, parte 1

Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) in Quella speranza sei tu, parte 1 (Immagine cortesia CBS / Netflix)
Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) in Quella speranza sei tu, parte 1 (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Quella speranza sei tu, parte 1” (“That Hope Is You, Part 1”) è il primo episodio della terza stagione della serie “Star Trek: Discovery”, che riprende dopo “Un dolore così dolce: Parte 2“.

Nota. Quest’articolo contiene spoiler su “Quella speranza sei tu, parte 1”.

Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) esce dal wormhole e finisce in mezzo a relitti spaziali mentre c’è uno scontro tra due astronavi. Precipita su un pianeta vicino assieme a una delle due astronavi, guidata da Book (David Ajala). Scopre di essere nell’anno 3188, che la Federazione è collassata e non c’è traccia della USS Discovery, che era la sua unica speranza di non essere completamente persa in un luogo e in un tempo che non sono i suoi.

Il finale della seconda stagione di “Star Trek: Discovery” indicava che ci sarebbe stato una sorta di reboot dato che Michael Burnham e la USS Discovery avevano iniziato un viaggio verso un futuro ignoto. Una descrizione molto semplice di questo nuovo inizio è che si tratta di un misto tra “Andromeda” e “Guerre stellari”. L’arrivo nel futuro di Michael Burnham, che si è ritrovata tutta sola, mi ha ricordato anche l’esordio del Tredicesimo Dottore, separata dal Tardis. Non so se Book possa essere considerato il suo nuovo compagno considerata la sua storia personale come corriere non esattamente ligio alle leggi.

Lo sviluppo dell’episodio è sinceramente piuttosto pedestre, anche considerando che è stato scritto dagli showrunner Michelle Paradise e Alex Kurtzman assieme a Jenny Lumet. Sostanzialmente, serve a presentare la nuova situazione e da questo punto di vista può andare ma la fantasia onestamente è davvero limitata.

Una critica mossa spesso nei confronti di “Star Trek: Discovery” è nei toni cupi, ben diversi dall’ottimismo di fondo della visione di Gene Roddenberry. Il collasso della Federazione di quel futuro ha già portato a nuove critiche ma alla fine di “Quella speranza sei tu, part 1” c’è almeno una speranza per il futuro. Esiste ancora qualche frammento della Federazione, anche se persone come Aditya Sahil (Adil Hussain) sono considerate credenti, come se gli ideali alla base dell’organizzazione fossero una religione.

“Quella speranza sei tu, part 1” è basato su Michael Burnham e Book, mi aspetto che la USS Discovery riappaia ben presto, possibilmente già nel prossimo episodio (non ho cercato spoiler perciò non lo so). Spero di vedere un po’ di fantasia nelle prossime trame.

Book (David Ajala) in Quella speranza sei tu, parte 1 (Immagine cortesia CBS / Netflix)
Book (David Ajala) in Quella speranza sei tu, parte 1 (Immagine cortesia CBS / Netflix)

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *