R.I.P. Ennio Morricone

Ennio Morricone nel 2012
Ennio Morricone nel 2012

È arrivata la notizia della morte nella notte del compositore Ennio Morricone (foto ©Georges Biard). Era stato ricoverato in una clinica a Roma in seguito a una caduta che gli aveva procurato una frattura al femore.

Ennio Morricone nacque il 10 novembre 1928 a Roma. Quand’era ragazzo mostrò un talento per il calcio ma finì per dedicarsi alla musica studiando al Conservatorio di Santa Cecilia, a Roma, e diplomandosi in tromba, composizione, strumentazione, direzione di banda e musica corale.

La carriera di Ennio Morricone cominciò come musicista, suonando la tromba in varie orchestre romane. Cominciò a comporre musica per il cinema nel 1955 e nei primi anni collaborò anche con vari cantanti italiani componendo e arrangiando musica per varie canzoni.

Nel 1956 Ennio Morricone si sposò con Maria, con la quale ebbe quattro figli. La sua famiglia gli è rimasta vicina nelle sue ultime ore di vita.

Nel 1964 Ennio Morricone cominciò la sua collaborazione con il regista Sergio Leone, che era stato suo compagno di scuola alle elementari. Vinse il primo Nastro d’argento per la colonna sonora di “Per un pugno di dollari”. Nel corso della sua carriera finì per vincere questo premio per 11 volte. Le colonne sonore degli “spaghetti western” che costituiscono la maggior parte della filmografia di Leone sono conosciutissime, anche da persone che non si interessano a quel genere.

Negli anni ’60, Ennio Morricone lavorò anche con altri grandi registi italiani come Marco Bellocchio (“I pugni in tasca” del 1965), Gillo Pontecorvo (“La battaglia di Algeri”) del 1966 e Pier Paolo Pasolini (“Uccellacci e uccellini”) del 1966.

Nel corso degli anni, Ennio Morricone lavorò con vari grandi registi internazionali ottenendo anche nomination agli Oscar con le colonne sonore di “Mission” (“The Mission”) del 1986 e “Gli intoccabili” (“The Untouchables”) del 1989. In parecchie occasioni lavorò anche a produzioni televisive ma le colonne sonore per film di tutti i generi sono quelle per cui è maggiormente ricordato.

Il premio Oscar, alla carriera, venne assegnato a Ennio Morricone solo nel 2007, dopo cinque candidature per altrettanti film. Alla fine, vinse un Oscar anche per una colonna sonora nel 2016 per “The Hateful Eight” di Quentin Tarantino. Il grande compositore ha ricevuto molti premi e onoreficenze per il suo lavoro, l’ultimo solo poche settimane fa, il Premio Principessa delle Asturie per l’arte.

Si potrebbe scrivere un’enciclopedia per analizzare le centinaia di musiche scritte da Ennio Morricone. Le sue colonne sonore, che includono una vasta gamma di stili, hanno fatto la storia del cinema contribuendo al successo di molti film di tutti i generi. Sarà ricordato come uno dei più grandi compositori della storia del cinema.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *