Lavorazioni industriali e Covid-19

Inserti in carburo cementato su una lama circolare da legno di una troncatrice (Foto Basilicofresco)
Inserti in carburo cementato su una lama circolare da legno di una troncatrice (Foto Basilicofresco)

La pandemia Covid-19 ha fermato o almeno rallentato i lavori in molte industrie con una serie di conseguenze e ramificazioni. La chiusura, che si spera solo temporanea, di una fabbrica è un evento ben visibile ma dietro ci possono essere altri eventi legati ad esso e meno visibili. Ad esempio, ci sono materiali importanti in parecchie industrie diverse come il carburo di tungsteno e il nitruro di silicio: nel loro caso, ci sono problemi legati alla produzione e alla distribuzione ma c’è anche il problema riguardante la ricerca legata alle loro prestazioni e all’espansione delle loro applicazioni.

Il carburo di tungsteno è uno dei materiali usati moltissimo per strumenti industriali come quelli da taglio, trapani, torni e altri ancora in cui la sua elevata durezza offre prestazioni migliori rispetto all’acciaio. Tipicamente, questo materiale è inglobato in una matrice di metallo come il cobalto che ne massimizza durezza e resistenza all’usura per ottenere quello che viene chiamato carburo cementato.

Il nitruro di silicio è un altro materiale molto duro che ha grande importanza a livell industriale. Si tratta di un materiale ceramico che ha una bassa densità ma allo stesso tempo è molto resistente meccanicamente e ha una bassa conduttività termica. Tali caratteristiche lo rendono perfetto per costruire componenti con usi molto diversi come ad esempio:

  • parti di motori
  • cuscinetti a sfera
  • parti di protesi ortopediche
  • parti di strumenti per satelliti e sonde spaziali che devono resistere a condizioni estreme
  • isolatori per circuiti integrati elettronici

Ci sono alcuni casi in cui questi materiali sono stati usati ancor più di prima in seguito alla pandemia Covid-19. Un altro esempio di utilizzo del carburo cementato è nella produzione di componenti dei ventilatori polmonari indispensabili nella terapia intensiva che ha salvato la vita a tante persone che hanno contratto il coronavirus. La richiesta di questi ventilatori è aumentata notevolmente e le industrie del settore hanno dovuto prendere le misure necessarie a continuare la produzione mantenendo la sicurezza dei lavoratori.

Molte industrie che utilizzano questi materiali hanno chiuso o almeno rallentato la produzione dopo l’inizio della pandemia Covid-19. Ciò ha avuto un impatto anche su produzione e distribuzione di questi materiali dopo anni di crescita ottenuta grazie a una diffusione del loro utilizzo in vari campi. Nuove applicazioni sono arrivate nel corso del tempo grazie a ricerche per migliorare le loro prestazioni e per sfruttarle in modi diversi. L’impatto a medio-lungo della situazione attuale sulla ricerca andrà valutato con la ripresa dei lavori di industrie che hanno bisogno di soluzioni all’avanguardia.

Parti in nitruro di silicio (Foto David W. Richerson e Douglas W. Freitag)
Parti in nitruro di silicio (Foto David W. Richerson e Douglas W. Freitag)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *