I piranha sostituiscono contemporaneamente tutti i denti su un lato della bocca


Un articolo pubblicato sulla rivista “Evolution & Development” riporta una ricerca sulla sostituzione dei denti nei piranha, i celebri pesci carnivori che vivono in fiumi e lagune del Sud America. Essi, come altre specie della famiglia Serrasalmidae comunemente conosciuti come pacu che sono onnivori, sostituiscono contemporaneamente tutti i denti su un lato della bocca. Si trattava di una caratteristica conosciuta ma solo ora è stata osservata e quindi provata.

In italiano in realtà andrebbero chiamati piragne ma questi pesci carnivori sono diventati celebri con il loro nome portoghese piranha. Il nome include non solo specie diverse ma generi diversi all’interno della sottofamiglia Serrasalminae che possono essere onnivori. A sua volta, i piranha fanno parte parte della famiglia Serrasalmidae assieme ad altri generi diffusi nelle acque dolci del Sud America che sono prevalentemente erbivori e sono conosciuti comunemente in quelle aree come pacu.

Per capire il meccanismo di sostituzione dei denti di piranha e pacu, i ricercatori coordinati dall’Università di Washington hanno sottoposto a TAC 93 esemplari appartenenti a 40 specie diverse di pesci. Gli esami hanno permesso di creare riproduzioni tridimensionali ad alta risoluzione. Grazie ad esse, i ricercatori sono riusciti a vedere il processo di sostituzione dei denti in atto.

L’immagine (cortesia University of Washington/George Washington University. Tutti i diritti riservati) mostra una TAC compiuta su un esemplare di piranha rosso (Pygocentrus nattereri) in cui è possibile vedere una fila di denti in fase di crescita sotto quelli già esistenti.

In questi gruppi di pesci, i denti sono interconnessi e formano due grandi blocchi ognuno dei quali viene sostituito in un colpo solo. Matthew Kolmann della George Washington University, che ha cominciato questa ricerca assieme al professor Adam Summers, ha spiegato che quando un dente si consuma troppo diventa difficile sostituirne solo uno. Ha paragonato il gruppo di denti a una catena di montaggio in cui i denti lavorano assieme in modo coordinato e un dente consumato costituisce un anello debole.

Probabilmente i denti interconnessi permettono di distribuire lo stress della masticazione e sostituendoli assieme il loro consumo è omogeneo. Ciò dev’essere vero sia per la masticazione di carne da parte dei piranha che per la masticazione di fibre di cellulosa da parte dei pacu.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *