September 27, 2019

Un cranio rigido dietro al potente morso del Tyrannosaurus rex

Un articolo pubblicato sulla rivista “The Anatomical Record” riporta uno studio dell’anatomia del cranio del Tyrannosaurus rex che offre una spiegazione di come potesse avere un morso talmente potente da frantumare le ossa delle sue prede senza spezzare le proprie. Un team di ricercatori guidato da Ian Cost dell’Albright College ha esaminato le caratteristiche del cranio del T. Rex anche usando simulazioni al computer concludendo che esso era rigido come quelli di iene e coccodrilli moderni e non flessibile come quelli di serpenti e uccelli.