Buona Apocalisse a tutti! di Terry Pratchett e Neil Gaiman

Buona Apocalisse a tutti! di Terry Pratchett e Neil Gaiman (edizione britannica)
Buona Apocalisse a tutti! di Terry Pratchett e Neil Gaiman (edizione britannica)

Il romanzo “Buona Apocalisse a tutti!” (“Good Omens”) di Terry Pratchett e Neil Gaiman è stato pubblicato per la prima volta nel 1990. In Italia è stato pubblicato da Mondadori in “Strade Blu” e in “Oscar fantastica” nella traduzione di Luca Fusari.

Azraphel è un angelo mentre Crowley è un demone, nonostante facciano parte delle fazioni opposte tra di loro si è sviluppata un’amicizia sincera ed entrambi si godono la vita sulla Terra, dove vivono ormai da millenni. Per questo motivo l’Apocalisse rappresenta per loro davvero una seccatura e, nonostante sia stata pianificata fin dalla Creazione, i due cercano una scappatoia per evitarla.

L’Anticristo sta per raggiungere l’età in cui comincerà a manifestare i suoi poteri e l’unica speranza per Azraphel e Crowley è che cresca in un modo che non lo porti mai a compiere gli atti necessari a iniziare la fine del mondo. Il piano potrebbe funzionare nonostante i segni dell’Apocalisse imminente se il bambino che i due cercano di influenzare fosse effettivamente l’Anticristo.

Terry Pratchett e Neil Gaiman sono due scrittori ben conosciuti nei vari generi fantastici, che entrambi hanno interpreto in modo molto personali. I due si conobbero nel 1985 e dopo aver stretto amicizia decisero di scrivere assieme un romanzo che tecnicamente può essere etichettato come fantasy e horror ma di fatto è una commedia piena di umorismo britannico. Ci sono alcune ispirazioni di fondo di cui “Buona Apocalisse a tutti!” è una parodia, come la serie di romanzi William di Richmal Crompton e soprattutto film come “Il presagio”, che non casualmente ha come titolo originale “The Omen”, e ci sono molti riferimenti a opere moderne di vario tipo per cui riconoscerle può diventare un gioco.

L’idea di fermare l’Apocalisse risulta fin dall’inizio bizzarra in “Buona Apocalisse a tutti!” perché sono un angelo e un diavolo uniti a voler evitare la fine del mondo. L’angelo Azraphel e il demone Crowley vivono sulla Terra da millenni, si sono abituati a vivere tra gli esseri umani e sono diventati amici perciò hanno trovato assieme quello che secondo loro è il modo perfetto per aggirare i piani divini ma le cose non vanno esattamente come speravano.

Lo sviluppo della trama è decisamente sopra le righe includendo una serie di personaggi più o meno bizzarri oltre ai due protagonisti. Agnes Nutter era una strega che nel 1655 scrisse le sue profezie raccolte ne “Le Belle e Accurate Profezie di Agnes Nutter, strega” (che è anche il sottotitolo del romanzo), molto precise ma non proprio facilissime da interpretare, tanto che la sua discendente Anatema Device, anche lei una strega, sta ancora cercando di comprenderle.

Ulteriori complicazioni arrivano da un gruppo di suore sataniste che creano non pochi intoppi nei piani di Azraphel e Crowley. Nel frattempo, i Cavalieri dell’Apocalisse si preparano a dare il loro contributo, anche se rispetto al passato Pestilenza è stato sostituito da Inquinamento.

Questi sono solo alcuni degli elementi di “Buona Apocalisse a tutti!” interpretati in modo fortemente umoristico da Terry Pratchett e Neil Gaiman ma in realtà tutta la trama viene usata per raccontare momenti buffi. Ci sono tanti personaggi che vanno e vengono in momenti surreali per cui spesso la trama salta da un punto di vista a un altro solo per raccontare un altro di questi momenti.

Tutto ma proprio tutto è usato in modo umoristico dalla dramatis personae in cui Crowley viene descritto come “Angelo che se ne è Andato Giù a Zonzo più che Cadere” e viene presentato il cacciatore di streghe Non-Desiderare-La-Donna-D’Altri Pulsifer alle tante note a pie’ pagina che a volte sono più surreali della storia vera e propria. Onestamente a volte tra digressioni e note ho perso il filo della trama ma in “Buona Apocalisse a tutti!” la storia sembra solo una scusa per riempire il romanzo di umorismo.

Quando “Buona Apocalisse a tutti!” venne pubblicato per la prima volta i due autori non erano ancora molto famosi ma per entrambi le cose cambiarono notevolmente negli anni successivi e cominciarono anche i piani per un adattamento del romanzo. Per vari anni si parlò di un film diretto da Terry Gilliam ma il primo adattamento fu radiofonico della BBC. Qualche anno fa venne invece annunciato un adattamento televisivo che verrà reso disponibile da Amazon Video il 31 maggio 2019. Mi sembra un’opera adatta a una mini-serie, nel frattempo se vi piacciono le commedie surreali con elementi soprannaturali questa è da leggere.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *