September 2017

È arrivata la notizia che ieri lo scrittore Jerry Pournelle è morto nel sonno nella sua casa a Studio City, in California.

L’esperienza in campo militare, sia al fronte che in progetti di sviluppo di armi, ha accompagnato anche la carriera di scrittore di Jerry Pournelle. Oggi la fantascienza militare è diventata un sottogenere riconosciuto che ha la sua importanza e i suoi estimatori ma in passato era poco considerata e le opere di Jerry Pournelle sono state fondamentali nel suo sviluppo.

Jerry Pournelle era una persona complessa con una vita trascorsa lavorando in vari campi molto diversi perciò è un caso in cui ogni etichetta sarebbe banale e descriverebbe solo una sua piccola parte. È grazie a tutte le esperienze accumulate che nelle sue storie riusciva a creare situazioni complesse in cui i personaggi finivano per trovare soluzioni ai problemi che erano tutt’altro che politicamente corrette.

I paleontologi di Monash University e Museums Victoria (Foto cortesia Ben Healley, Museums Victoria)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Biology Letters” descrive una ricerca sull’evoluzione delle abitudini alimentari delle balene. Un team di paleontologi della Monash University e di Museums Victoria ha studiato i denti di antiche balene per cercare di ricostruirne i cambiamenti e i risultati suggeriscono che esse fossero feroci predatori.

I costruttori di Orbitsville di Bob Shaw

Il romanzo “I costruttori di Orbitsville” (“Orbitsville Judgement”) di Bob Shaw è stato pubblicato per la prima volta nel 1990. È il terzo romanzo del ciclo di Orbitsville ed è il seguito di “Ritorno a Orbitsville”. In Italia è stato pubblicato dall’Editrice Nord nel n. 225 di “Cosmo Argento” e all’interno del n. 8 dei “Tascabili Omnibus” e da Mondadori nel n. 247 di “Urania Collezione”, in tutti i casi nella traduzione di Alessandro Zabini.

Orbitsville è stata spostata ma non è chiaro dove sia finita e i suoi abitanti umani non sanno chi abbia potuto compiere una simile impresa. Per molti di loro però la vita continua perché essa è stata vissuta sempre e solo all’interno dell’immensa sfera perciò per loro essere in un universo o in un altro è uguale.

Jim Nicklin vive una vita noiosa e tendenzialmente solitaria guadagnandosi da vivere riparando elettrodomestici e macchine varie. Casualmente si imbatte in un predicatore che ritiene che lo spostamento di Orbitsville sia un segno della volontà divina. Jim non è interessato alla religione ma quando scoppia la passione per una donna che fa parte della congregazione decide di mollare tutto e unirsi a loro.

Patricia Tallman nel 2012

Patricia J. Tallman è nata il 4 settembre 1957 a Pontiac, nell’Illinois, negli USA. Ha lavorato come attrice in molte produzioni teatrali, cinematografiche e televisive ma in molti casi anche come stuntwoman.

Il ruolo televisivo più celebre di Patricia Tallman è quello di Lyta Alexander, interpretato per la prima volta in “Babylon 5 – La riunione” (“Babylon 5: The Gathering”) del 1993, il film TV che iniziò la serie “Babylon 5”. L’attrice ha ripreso il suo ruolo in alcuni episodi della seconda e terza stagione della serie per poi essere nel cast regolare nella quarta e quinta stagione e nel film TV “Babylon 5 – Terzo spazio” (“Babylon 5: Thirdspace”) del 1998.

Galassie fotografate grazie a lenti gravitazionali (Immagine Yashar Hezaveh/Laurence Perreault Levasseur/Phil Marshall/Stanford/SLAC National Accelerator Laboratory; NASA/ESA)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” descrive l’applicazione di reti neurali alle lenti gravitazionali. Un team di ricercatori ha ridotto da qualche settimana a pochi secondi il tempo necessario ad analizzare le complesse distorsioni spaziali in immagini catturate grazie a lenti gravitazionali. Ciò potrebbe facilitare enormemente questo tipo di lavoro con grandi vantaggi per molte ricerche astronomiche.