Doctor Who: il mistero del terzo episodio di “The Web of Fear”

Doctor Who - The Web of Fear Limited Collector's Edition
Doctor Who – The Web of Fear Limited Collector’s Edition

Nei giorni scorsi, alla convention “Pandorica 2015”, Philip Morris ha rivelato nuovi retroscena riguardanti il ritrovamento di episodi perduti della serie classica di “Doctor Who”. Nell’ottobre 2013 era stato annunciato che il terzo episodio del serial “The Web of Fear” non era stato trovato, ora invece Philip Morris, l’uomo che ha trovato gli altri episodi e l’intero serial “The Enemy of the World”, ha rivelato che il terzo episodio era stato trovato ma successivamente è sparito, probabilmente rubato.

Philip Morris è chiamato l’Indiana Jones del mondo delle pellicole per il suo lavoro negli archivi di stazioni televisive di tutto il mondo che a volte gli permette di scoprire vecchi programmi ritenuti perduti. Nel caso di “Doctor Who”, in un ripetitore di segnali televisivi a Jos, in Nigeria, ha scoperto “The Web of Fear” e “The Enemy of the World”, che erano tra i serial quasi completamente perduti.

Le voci del ritrovamento erano trapelate ben prima dell’annuncio ufficiale. Il problema è che il loro ritorno in Gran Bretagna aveva richiesto sei mesi di negoziati. Philip Morris ha ora dichiarato che tutti gli episodi di “The Web of Fear” erano stati trovati ma che nel corso di quei mesi il terzo episodio è sparito. Morris crede che qualche collezionista privato abbia avuto notizia del ritrovamento e sia riuscito a comprarlo, ovviamente in maniera illegale.

Questa notizia ha scatenato i fan, che hanno cominciato a creare varie teorie sulla sparizione di quest’episodio. La sua importanza nella storia di “Doctor Who” è data dal fatto che mostra il debutto di Alistair Gordon Lethbridge-Stewart, che successivamente sarebbe diventato un personaggio ricorrente nella saga e uno dei più amati dai fan. Per questo motivo, potrebbe aver rappresentato un ghiotto trofeo per un collezionista.

Dopo questa disavventura, è stato deciso di mantenere il più stretto riserbo attorno a possibili futuri ritrovamenti di episodi perduti. Negli ultimi due anni, molte voci sulla possibilità che altri episodi siano stati ritrovati si sono diffuse su Internet ma dopo le dichiarazioni di Philip Morris la loro plausibilità sembra scarsa.

A un certo punto sembrava che mancasse solo l’annuncio ufficiale del ritrovamento del serial “Marco Polo” ma il fatto che ancora non se ne sappia nulla non è molto confortante. La voce più estrema è chiamata “omnirumor”, secondo la quale tutti gli episodi perduti sono stati ritrovati e verranno annunciati pian piano. Sarebbe una cosa meravigliosa ma è davvero improbabile.

Dopo queste rivelazioni, sarà più che mai difficile avere in anticipo notizie su possibili ritrovamenti di episodi perduti. Per quel che ne sappiamo, qualcuno potrebbe essere in fase di restauro e presto arriverà un annuncio ufficiale. Per i fan di “Doctor Who” la speranza è sempre viva e questo è già importante.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *