R.I.P. Patrick Macnee

Patrick Macnee e Diana Rigg in Agente Speciale
Patrick Macnee e Diana Rigg in Agente Speciale

Ci ha lasciati nella giornata di ieri l’attore britannico di nascita ma diventato americano Patrick Macnee. L’annuncio è arrivato dal figlio Rupert, che ha confermato che il padre è deceduto nella sua casa di Rancho Mirage, in California. L’attore viveva negli USA da circa 40 anni.

Nato il 6 febbraio 1922, Patrick Macnee aveva studiato recitazione alla Webber Douglas Academy of Dramatic Art ma era effettivamente diventato attore solo dopo la II Guerra Mondiale. Poco più di tre anni fa avevo scritto un articolo su di lui in occasione del suo novantesimo compleanno ed esso contiene un po’ di informazioni sulla sua lunga carriera.

Inevitabilmente il nome di Patrick Macnee è legato soprattutto al telefilm “Agente speciale“, diventato una serie di culto che dopo più di 50 anni dal suo inizio ha ancora molti fan nel mondo. Nel 2014, in un’intervista alla rivista “The Lady”, l’attore aveva dichiarato che la serie era stata un successo perché aveva fatto qualcoa si diverso e l’aveva fatto meglio. Secondo Macnee era ben scritta, le idee erano molto buone, molto più avanti del loro tempo e hanno incorporato le fantasie per le persone che sognavano di fare le cose interessanti.

Le sceneggiature di “Agente speciale” erano sviluppate con grande classe e anche in certi casi in cui onestamente le trame erano un po’ strampalate il risultato era di qualità. Questa serie di spionaggio che a volte inseriva elementi di fantascienza e conteneva sempre molto umorismo era davvero unica.

Tutto ciò fu fondamentale ma il contributo di Patrick Macnee fu determinante per il successo di “Agente speciale”. L’attore, che curava di persona i suoi abiti, era diventato la quintessenza del gentiluomo inglese. È soprattutto per il suo stile che è diventato celebre e continuerà a essere ricordato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *