Sta avendo successo la raccolta fondi per la serie web Star Trek: New Voyages/Phase II

Il cast originale della serie web Star Trek: New Voyages (Foto cortesia Star Trek: New Voyages/Phase II. Tutti i diritti riservati)
Il cast originale della serie web Star Trek: New Voyages (Foto cortesia Star Trek: New Voyages/Phase II. Tutti i diritti riservati)

Sta avendo successo la campagna di raccolta fondi sul sito Kickstarter per coprire i costi delle prossime riprese di “Star Trek: New Voyages/Phase II”, la serie web che continua le avventure della serie classica di “Star Trek”. Servivano 20.000 dollari per coprire i costi base delle riprese in programma per il luglio 2015 e in questo momento le offerte hanno raggiunto i 24,205 dollari.

Nel 2003, l’attore e produttore James Crawley diede inizio al progetto “Star Trek: New Voyages”, una serie web con lo scopo di continuare la serie originale. Si tratta di una produzione no profit e per questo motivo autorizzata da CBS, proprietaria dei diritti sulla celeberrima saga.

Nel corso degli anni, vari episodi sono stati prodotti con un cast di attori per lo più sconosciuti che sono cambiati nel tempo. Ad esempio, in origine James Crawley stesso ha interpretato James Kirk ma a partire dal decimo episodio Brian Gross ha assunto il ruolo del capitano dell’Enterprise.

Nel 2008, James Crawley ha annunciato il cambio del nome della serie web, che è diventato “Star Trek: Phase II”. È il nome della serie che Gene Roddenberry, il creatore di Star Trek, intendeva produrre negli anni ’70 come sequel della serie originale. Il progetto venne abbandonato quando Paramount Pictures, allora proprietaria dei diritti sulla saga, decise invece di produrre un film.

In vari episodi di “Star Trek: New Voyages/Phase II” ci sono state guest star importanti che hanno avuto ruoli nella serie originale di Star Trek, a cominciare da George Takei e Walter Koenig. L’episodio “Blood and Fire” ha avuto come guest star Denise Crosby, che ha interpretato Tasha Yar in “Star Trek: The Next Generation”.

Nel 2008, l’episodio “World Enough and Time” è stato nominato per il Premio Hugo, il più importante premio nel campo della fantascienza, nella categoria Best Dramatic Presentation, Short Form. Per capire il livello della competizione, gli altri finalisti erano episodi di “Doctor Who”, “Torchwood” e “Battlestar Galatica” e il premio venne vinto da “Blink”, uno dei più celebri episodi della nuova serie di “Doctor Who”.

In questo momento, ci sono ancora oltre due settimane di tempo per contribuire a questa campagna di raccolta fondi. Ci sono vari obiettivi estesi che, in caso venissero raggiunti, permetteranno di migliorare almeno il livello qualitativo della produzione del prossimo episodio.

Qualche mese fa, una raccolta fondi per la serie web “Star Trek Continues”, un’altra delle serie legate a Star Trek, si è conclusa in maniera molto positiva. “Star Trek: New Voyages/Phase II” ha ricevuto vari riconoscimenti nel corso degli anni perciò possiamo star certi che i finanziamenti verranno usati bene.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *