Google+ aggiunge Collections per organizzare le raccolte dei post

La sezione Collections in Google+
La sezione Collections in Google+

Questa settimana Google+ ha attivato una nuova sezione del suo social network, Collections, le raccolte che permettono agli utenti di raccogliere i post di un certo argomento o che comunque si vuole mettere assieme. Ciò permette di organizzare i propri post secondo le proprie preferenze ma anche agli altri di seguire solo una parte dei post di un certo utente.

Molte persone che non conoscono Google+ si ostinano ancora a considerarlo un clone di Facebook nonostante le differenze tra i due social network. Nella creazione delle Collections, Google sembra essersi ispirato a Pinterest perciò se lo utilizzate già non dovreste avere problemi a usare questa nuova sezione di Google+.

La sezione Collections è disponibile nel menù principale di Google+, subito sopra la sezione Communities. Nella versione mobile, dovrebbe essere già attiva per gli utenti Android. Il supporto per gli utenti iOS dovrebbe arrivare più avanti anche se non sono state date indicazioni precise.

Questa novità fa parte dei cambiamenti in corso in Google+ assieme all’annunciata separazione di Photos, Streams e Hangouts. La sezione Collections dovrebbe dare al social network una flessibilità ancor maggiore permettendo agli utenti di gestire i loro post nella maniera usuale o in stile Pinterest. Tuttavia, Pinterest è orientato alle immagini mentre nelle Collections di Google+ è possibile condividere solo un testo o altro.

Personalmente, ho subito creato alcune Collections dedicate ai miei blog. Tuttavia, siccome uso già Pinterest da tempo ho già varie idee per creare altre raccolte riguardanti vari argomenti. Probabilmente mi ci vorrà lo stesso un po’ per raggiungere una situazione ottimale proprio perché i due social network sono diversi.

La creazione delle Collections può dare agli utenti la possibilità di organizzare meglio i propri post e alle aziende su Google+ di sfruttarle per dare maggior visibilità ai loro prodotti e servizi. La possibilità di condividere intere raccolte rappresenta una nuova opportunità per usare questo social network.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *