Un meteorite creato da un’antichissima supernova

Frammento del meteorite Allende
Frammento del meteorite Allende

Un team che metteva insieme ricercatori del Lawrence Livermore National Laboratory e della Arizona State University ha studiato gli isotopi contenuti in un meteorite chiamato “Allende” (foto frammento ©H. Raab) che suggeriscono che esso sia arrivato direttamente da una supernova piuttosto che da un campo di detriti seguito ad essa.

Il sistema solare si è formato circa quattro miliardi e mezzo di anni fa ma non è ancora ben chiaro come. Secondo la maggior parte degli scienziati, una o più stelle sono esplose creando gli elementi pesanti presenti ancor oggi. Secondo una teoria ci sono tre processi che hanno portato alla creazione degli elementi più pesanti del nickel.

Il meteorite Allende è una condrite carbonacea caduta sulla Terra nel 1969 spezzandosi in una notevole quantità di frammenti precipitati in una vasta area. È stata oggetto di molti studi perché potrebbe risalire al periodo della nascita del sistema solare e questa nuova ricerca sembra proprio confermarlo. Esso racchiude le cosiddette CAI (calcium-aluminium-rich inclusions), minuscole inclusioni ricche di calcio e alluminio che potrebbero essere i resti di una supernova.

Gli isotopi trovati nel meteorite Allende si conformano al processo-R, uno dei tre che forse hanno portato alla creazione degli elementi pesanti. Il processo-R (Rapid) in particolare è identificato come quello responsabile della creazione degli elementi ricchi di neutroni più pesanti del ferro. Un fatto importante appurato è che gli isotopi contenuti in questo meteorite sono diversi da quelli da quelli presenti sulla Terra, sulla Luna e anche in altri meteoriti.

I ricercatori che hanno compiuto questi esami spiegano questa differenza nella composizione isotopica suggerendo che il nucleo del meteorite Allende si sia formato direttamente dall’esplosione di un’antichissima supernova. Invece, il guscio del meteorite è stato probabilmente creato successivamente dall’aggregazione attorno al nucleo di detriti di quell’esplosione.

Questa ricerca può aiutare a comprendere meglio la geologia e la chimica planetaria ma rimangono ancora i dubbi relativi alla nascita del sistema solare. Resta infatti da stabilire se essa sia avvenuta grazie ad una o più supernove. Oggi abbiamo qualche elemento in più per andare avanti con la ricerca.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *