Doctor Who – Revenge of the Judoon di Terrance Dicks

Doctor Who - Revenge of the Judoon di Terrance Dicks
Doctor Who – Revenge of the Judoon di Terrance Dicks

Il romanzo breve “Revenge of the Judoon” di Terrance Dicks è stato pubblicato per la prima volta nel 2008. È inedito in Italia.

Il Decimo Dottore e Martha Jones arrivano a Balmoral, nel 1902. Lì incontrano il Capitano Carruthers, che è al servizio di Re Edoardo VII. Assieme si recano al castello ma quando arrivano scoprono che è scomparso. Dalle tracce lasciate nel terreno, il Dottore e Martha capiscono subito che sono stati i Judoon.

Parlando con Carruthers, il Dottore trova una pista e, prima di andare alla ricerca del castello, porta il Capitano e Martha a Londra, dove i due vanno a parlare con Arthur Conan Doyle per scoprire l’origine di una misteriosa sfera che sembra essere una potentissima fonte di energia.

Terrance Dicks ha cominciato a lavorare alla serie classica di “Doctor Who” alla fine degli anni ’60. Nel corso dei decenni, ha avuto vari ruoli e il più prolifico è quello di scrivere romanzi legati alla serie, sia versioni di avventure televisive che storie originali. La conseguenza è che Dicks può scrivere un romanzo breve come “Revenge of the Judoon” anche nel sonno.

La storia di “Revenge of the Judoon” è ambientata nel corso della terza stagione della nuova serie di “Doctor Who” e contiene alcuni riferimenti a episodi di quella serie. Vista la presenza dei Judoon, è inevitabile che ci sia qualche paragrafo dedicato all’episodio della terza stagione “Alieni sulla luna” (“Smith and Jones”) in cui questi alieni appaiono per la prima volta. Nel corso della storia, il Dottore dice a Martha di aver incontrato la Regina Vittoria: questo avviene nell’episodio della seconda stagione “L’impero del lupo” (“Tooth and Claw”).

Nonostante la lunghezza ridotta, “Revenge of the Judoon” ha una trama piuttosto complessa, tanto che la parte centrale è divisa in due sottotrame una delle quali segue il Dottore mentre l’altra segue Martha e il capitano Carruthers. Si tratta di una storia d’azione con un ritmo molto elevato, come d’altra parte è tipico di molti episodi della nuova serie.

Inevitabilmente, non c’è molto spazio per l’approfondimento dei personaggi. Si dà per scontato che il lettore conosca il Decimo Dottore e Martha Jones e aiuta conoscere il periodo storico in cui la storia è ambientata, soprattutto Re Edoardo VII e lo scrittore Arthur Conan Doyle, che comunque hanno ruoli minori.

Nonostante il titolo, i Judoon appaiono in maniera limitata visto che il Dottore deve riuscire a trovare il castello di Balmoral prima di affrontarli per capire perché l’abbiano spostato. Di conseguenza, solo alla fine della storia è possibile capire il significato del titolo.

Nonostante i limiti imposti dalla lunghezza, secondo me “Revenge of the Judoon” è un buon romanzo breve perché riesce a riprodurre almeno in parte lo stile della serie televisiva con un brillante Decimo Dottore. Leggendo i dialoghi, sento la voce di David Tennant che dice le sue frasi e mi pare convincente, che è una delle cose che si chiede ad un romanzo di “Doctor Who”.

“Revenge of the Judoon” fa parte della serie “Quick Reads”, composta da libri attorno alle 100 pagine ciascuno dal prezzo molto ridotto. Per un lettore italiano, può avere senso comprare questi libri legati alla serie “Doctor Who” per i fan che hanno voglia di andare oltre gli episodi televisivi e magari per quelli che vogliono provare a leggere un libro in inglese che non sia troppo impegnativo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *