R.I.P. Ray Bradbury

Ray Bradbury il 5 dicembre 2009
Ray Bradbury il 5 dicembre 2009

Ci ha lasciati nella notte il grande scrittore Ray Bradbury (foto ©Caleb Sconosciuto).

Ray Douglas Bradbury nacque il 22 agosto 1920 a Waukegan, Illinois. La sua famiglia si trasferì in California nel 1934 e lì il giovane Ray scoprì la fantascienza.

Durante la sua giovinezza, Ray Bradbury fu un avido lettore di storie di vari tipi ma dopo aver preso il diploma di scuola superiore non andò all’università. Bradbury dichiarò che lui credeva nelle biblioteche, non nelle università.

Alla fine degli anni ’30, Ray Bradbury cominciò a pubblicare storie di fantascienza in varie fanzine e negli anni ’40 cominciò a vendere racconti alle riviste pulp.

Nel 1950, Ray Bradbury pubblicò la serie di racconti che formarono “Cronache marziane” (“The Martian Chronicles”) in un volume unico. All’epoca vennero considerate fantascienza ma l’autore non cercava il realismo scientifico e non a caso gli diedero fama ben oltre i confini di questo genere.

Nel 1951, Ray Bradbury pubblicò il racconto “The Fireman”, che successivamente espanse nel romanzo “Fahrenheit 451”, conosciuto anche come “Gli anni della fenice” (“Fahrenheit 451). Si tratta di una storia distopica che è considerata uno dei grandi capolavori di Bradbury. Nel 1966 questo romanzo venne adattato in un film diretto da François Truffaut.

Nel corso della sua carriera, Ray Bradbury scrisse alcuni altri romanzi combinando elementi di fantascienza, fantasy e horror. Era soprattutto un autore di narrativa breve, tanto che ad esempio “L’estate incantata” (“Dandelion Wine”) del 1957 è in realtà formato dall’unione di varie storie pubblicate in precedenza.

Ray Bradbury scrisse la sceneggiatura per il film TV a cartoni animati del 1993 “The Halloween Tree”, che include Leonard Nimoy tra gli interpreti. Bradbury vinse il premio Emmy per quella sceneggiatura.

Nel 1977, Ray Bradbury ricevette il premio World Fantasy Award for Life Achievement. Nel 2004 ricevette la National Medal of Arts. Nel 2008 ricevette il premio Grandmaster dalla Science Fiction Poetry Association. Ha ricevuto anche altri premi come Stoker Award life achievement e SFWA Grand Master.

Nel 1947, Ray Bradbury aveva sposato Marguerite McClure, che morì nel 2003. Assieme hanno avuto quattro figlie. Nel 1999 aveva avuto un ictus che lo aveva costretto su una sedia a rotelle ma continuava a lavorare e sosteneva la causa dell’esplorazione dello spazio.

Ray Bradbury è stato uno straordinario scrittore che ha contribuito a far uscire la fantascienza da una sorta di ghetto ma qualsiasi etichetta legata ad un genere preciso gli sta stretta. Diciamo semplicemente che è stato un grande scrittore e poeta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *