Social network

Venerdi scorso Facebook ha annunciato che d’ora in poi ci sarà la possibilità per le applicazioni di accedere anche all’indirizzo e al numero di cellulare degli utenti. Se già in passato il fatto che le applicazioni potessero accedere ai dati personali degli utenti aveva sollevato varie critiche ora la questione diventa ancora più delicata.

Nel week end la voce che Facebook chiuderà il 15 marzo ha cominciato a diffondersi: pare che una rivista on line abbia dato inizio a questa voce riportando le presunte dichiarazioni del fondatore di Facebook Mark Zuckerberg il quale avrebbe affermato che gestire il sito sarebbe diventato troppo stressante. Be’, da un sito che afferma che quest’anno gli alieni attaccheranno la Terra non è poi una notizia particolarmente sconvolgente.

Ieri Facebook ha avuto il problema più grosso della sua storia e per alcune ore è stato difficile se non impossibile utilizzarlo a causa di errori del tipo “Service Unavailable – DNS failure”. Per una parte dei molti milioni di utenti è stato il panico: qualcuno non è riuscito a comunicare al mondo cos’avrebbe mangiato nel prossimo pasto e magari ha fatto indigestione a causa dello stress, qualcuno non è riuscito a caricare le foto appena scattate e non ci ha dormito sopra.