Social network

La mia home page di FriendFeed

Con uno scarno comunicato, il team di FriendFeed annuncia che il social network verrà chiuso. A partire da questa settimana non vengono accettate nuove iscrizioni ma gli utenti potranno continuare a utilizzare FriendFeed ancora per un mese. Il 9 aprile il social network verrà chiuso perciò i suoi servizi non saranno più disponibili. La causa è il calo di utenti, dovuto al fatto che lo sviluppo dei servizi era cessato dopo l’acquisizione da parte di Facebook.

Bradley Horowitz assieme alla moglie Irene Au

Bradley Horowitz (foto ©Joi) è il nuovo responsabile di Google+ e ha annunciato vari cambiamenti al social network di Google. La piattaforma verrà divisa in aree separati in cui Photos sarà il servizio dedicato alla gestione delle immagini, Streams manterrà il nucleo dell’attuale Google+ mentre Hangouts dovrebbe essere il servizio dedicato alle comunicazioni audio-video e alla messaggistica classica in formato testo.

Ieri era il primo pomeriggio in Italia quando Facebook ha cominciato ad avere problemi. Improvvisamente è stato impossibile aggiornare il proprio stato o comunque scrivere qualcosa in gruppi e pagine e perfino utilizzare la funzione “Like”. Ben presto, su altri social network, principalmente Twitter, sono stati postati messaggi di panico ma anche di ironia e #facebookdown è stato molto trendy tra gli hashtag. Dopo qualche ora il guasto è stato risolto e la situazione è tornata pian piano alla normalità.

In seguito ad una class action, il giudice federale americano Richard Seeborg ha stabilito che Facebook pagherà un totale di 20 milioni di dollari per risarcire un gruppo di utenti. I loro volti erano stati utilizzati senza il loro consenso come testimonial del programma pubblicitario “Sponsor stories” nel 2011. Alla fine però ognuno dei 614.000 utenti che hanno partecipato alla class action riceverà solo 15 dollari.