Simulazioni

Tra il giugno 2010 e il novembre 2011 la missione Mars500 ha simulato un viaggio verso Marte, una breve esplorazione del pianeta rosso e il ritorno sulla Terra. Questo esperimento è stato compiuto dall’Institute of Biomedical Problems (IBMP) di Mosca in collaborazione con l’ESA (European Space Agency). Si tratta di una collaborazione internazionale e ora sono stati pubblicati alcuni risultati delle analisi della salute degli astronauti virtuali da parte della National Academy of Sciences americana.

Alexandr Smoleevskiy e Diego Urbina con campioni di suolo marziano simulato (foto ESA)

La spedizione Mars500 organizzata dall’Institute of Biomedical Problems (IBMP) con la collaborazione dell’ESA (European Space Agency) aveva raggiunto virtualmente Marte nei giorni scorsi ed era arrivato il momento di simulare la discesa sul pianeta rosso e l’esplorazione della zona vicina al lander.

La struttura del Mars 500

La spedizione Mars500 organizzata dall’Institute of Biomedical Problems (IBMP) di Mosca con partecipazione dell’ESA (European Space Agency) per simulare una spedizione su Marte ha virtualmente raggiunto il pianeta rosso e si prepara a scendere in superficie.