Racconto

Il racconto “Mono no Aware” (“Mono no Aware”) di Ken Liu è stato pubblicato per la prima volta nel 2012. Ha vinto il premio Hugo come miglior racconto dell’anno. In Italia è stato pubblicato da Mincione Edizioni in e-book nella collana “Future Fiction” all’interno dell’antologia “Mono no aware e altre storie” nella traduzione di Francesco Verso.

Hiroto Shimizu fa parte dell’equipaggio della Speranzosa, un’astronave partita per un viaggio di oltre tre secoli verso una stella chiamata Virginis 61 per sfuggire a una catastrofe causata dall’impatto di un asteroide sulla Terra. Quando viene scoperto un danno alla gigantesca vela solare usata come sistema di propulsione, Hiroto è il più qualificato per il difficilissimo lavoro della riparazione.

Mono no aware e altre storie di Ken Liu

Il racconto “Simulacro” (“Simulacrum”) di Ken Liu è stato pubblicato per la prima volta nel 2011. In Italia è stato pubblicato per la prima volta da Mincione Edizioni in e-book nella collana “Future Fiction” all’interno dell’antologia “Mono no aware e altre storie” nella traduzione di Francesco Verso.

Paul Larimore ha inventato i simulacri, riproduzioni estremamente fedeli di persone esistenti. Grazie a questa tecnologia, si è arricchito ed è celebrato in tutto il mondo ma non ha trovato la felicità perché sua figlia ha cominciato a detestare lui e la sua invenzione dopo averlo sorpreso in atteggiamenti intimi con dei simulacri.

Il racconto lungo “La figlia di Lot” (“Lot’s Daughter”) di Ward Moore è stato pubblicato per la prima volta nel 1954. È il seguito di “Lot”. In Italia è stato pubblicato da Mondadori all’interno del n. 375 di “Urania” e all’interno del n. 1618 di “Urania” nella traduzione di Laura Grimaldi.

Sono passati alcuni anni dalla guerra atomica e il signor Jimmon sopravvive assieme alla figlia Erika e al figlio che hanno avuto nel frattempo. I tre seguono una routine dettata dalle esigenze della loro vita isolata da possibili altri sopravvissuti. Il signor Jimmon non ne è molto soddisfatto ma un giorno qualcosa cambia.

Urania contenente I prigionieri del Caduceo, Lot e La figlia di Lot di Ward Moore

Il racconto lungo “Lot” (“Lot”) di Ward Moore è stato pubblicato per la prima volta nel 1953. In Italia è stato pubblicato da Mondadori all’interno di “La verità sul caso Smith. Antologia della nuova narrativa americana” e all’interno del n. 375 di “Urania” nella traduzione di Carlo Fruttero, da Armenia Editore e da Bombiani all’interno di “Le grandi storie della fantascienza 15 (1953)” nella traduzione di Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli e di nuovo da Mondadori all’interno del n. 1618 di “Urania”.

Frammentazione: o diecimila arrivederci di Tom Crosshill

Il racconto breve “Frammentazione: o diecimila arrivederci” (“Fragmentation, or Ten Thousand Goodbyes”) di Tom Crosshill è stato pubblicato per la prima volta nel 2012. In Italia è stato pubblicato per la prima volta da Mincione Edizioni in e-book nella collana “Future Fiction” nella traduzione di Francesca Secci.

Rico è preoccupato per sua madre, che è anziana e ha qualche problema mentale. Ogni volta che la donna saluta qualcuno, è convinta che non lo rivedrà mai più. Il padre di Rico si è sottoposto da tempo all’upload della mente in un ambiente virtuale, dove ora vive, anche se la procedura non sembra esente da pecche. Riuscirà Rico a convincere sua madre a fare la stessa cosa?