Premio Nobel

François Englert e Peter Higgs (Foto cortesia CERN. Tutti i diritti riservati)

Quando l’anno scorso due esperimenti del CERN, CMS (Compact Muon Solenoid) e ATLAS (A Toroidal LHC Apparatus), annunciarono i dati preliminari delle loro ricerche che confermavano l’esistenza del bosone di Higgs, tutti cominciarono ad aspettarsi che Peter Higgs ricevesse il Premio Nobel per la fisica. Oggi è arrivato l’annuncio ufficiale dell’assegnazione del premio a lui e a François Englert, l’altro fisico che negli anni ’60 aveva pubblicato un lavoro indipendente che portava a conclusioni molto simili.

Ci ha lasciati sabato scorso nella sua casa a Nethen, in Belgio, il biochimico Christian de Duve. Le sue condizioni di salute si erano deteriorate e alcune settimane fa aveva deciso di richiedere l’eutanasia, che in Belgio è legale. Nel 1974, Christian de Duve ricevette il Premio Nobel per la medicina e la fisiologia assieme ad Albert Claude e George E. Palade per le loro scoperte sull’organizzazione strutturale e funzionale della cellula.

Ci ha lasciati ieri il biologo britannico Robert Edwards, pioniere della fecondazione artificiale, in seguito ad una lunga malattia. Nato il 27 settembre 1925, Edwards ha ricevuto il Premio Nobel per la Fisiologia o la Medicina per lo sviluppo della fecondazione in vitro nel 2010.

Rita Levi Montalcini nel 2009 (Foto Presidenza della Repubblica Italiana)

Ci ha lasciati oggi Rita Levi-Montalcini, neurologa e dal 2001 senatrice a vita nel Parlamento italiano. Nata il 22 aprile 1909 a Torino, per la sua scoperta del Nerve Growth Factor (NGF), nel 1986 ricevette il Premio Nobel per la medicina.

Foto ufficiale di Albert Einstein dopo aver ricevuto il Premio Nobel per la fisica nel 1921

L’università ebraica di Gerusalemme ha annunciato di aver iniziato un progetto che porterà a mettere on line oltre ottantamila documenti riguardanti Albert Einstein sul sito già esistente Einstein Archives Online dedicato al celebre scienziato.