Horror metropolitano

La progenie di Guillermo del Toro e Chuck Hogan (edizione britannica)

Il romanzo “La progenie” (“The Strain”) di Guillermo del Toro e Chuck Hogan è stato pubblicato per la prima volta nel 2009. È il primo romanzo di una trilogia. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nella collana “Omnibus” e nel n. 3 di “Urania Horror” nella traduzione di Gaetano L. Staffilano.

Un Boeing 777 arriva all’aeroporto JFK di New York ma subito dopo l’atterraggio le comunicazioni si interrompono e nessun segno di vita arriva dai passeggeri o dall’equipaggio. Il dottor Ephraim “Eph” Goodweather, che dirige un team che si occupa di possibili minacce biologiche, viene chiamato per verificare se sia un caso di bioterrorismo e quando entra nell’aereo trova passeggeri ed equipaggio quasi tutti morti senza apparente motivo.

Il creatore di The Walking Dead Robert Kirkman alla Comic Con 2013

Il canale televisivo AMC, che trasmette la serie “The Walking Dead”, ha annunciato l’inizio della produzione di uno spinoff intitolato “Spread the Dead”. Robert Kirkman (foto ©Gage Skidmore), il creatore dei fumetti di “The Walking Dead” da cui è stata tratta la serie televisiva, sarà il produttore esecutivo dello spinoff assieme a Gale Anne Hurd e Dave Alpert.

“The Walking Dead” è una storia post-apocalittica ambientata in un mondo in cui un’infezione trasforma i cadaveri in zombie causando il crollo della civiltà. L’unico modo per uccidere definitivamente uno zombie è quello di colpirlo al cervello. Questa è la mia recensione della terza stagione.

Ci ha lasciati ieri lo scrittore inglese James Herbert. È diventato celebre per romanzi come “I topi” e i suoi seguiti e “Nebbia”. Considerato un maestro del genere horror, soprattutto nei suoi primi romanzi ha utilizzato basi fantascientifiche per le sue storie.

Sarah Wayne Callies, che interpreta Lori Grimes, e Andrew Lincoln, che interpreta Rick Grimes, con il produttore esecutivo Robert Kirkman sullo sfondo nel 2010

“The Walking Dead” è una storia post-apocalittica ambientata in un mondo in cui un’infezione trasforma i cadaveri in zombie causando il crollo della civiltà. L’unico modo per uccidere definitivamente uno zombie è quello di colpirlo al cervello. Questa è la mia recensione della seconda stagione.