Fantascienza

L'uomo invisibile di H.G. Wells

Il romanzo “L’uomo invisibile” (“The Invisible Man: A Grotesque Romance”) di H.G. Wells è stato pubblicato per la prima volta nel 1897. In Italia è stato pubblicato da Società Editrice Nazionale, da Sonzogno nel n. 7 de “Il Romanzo d’Avventure”, da Stamperia Reale G. B. Paravia & C., da Edizioni “Aurora”, da Casa Editrice Universale nel n. 33 di “Mille e un Giorni in Film”, dalla Casa Editrice Nicolli nel n. 7 di “Collana del Cigno”, da Paravia in “Racconti di Avventure” e ne “I Romanzi Avventurosi”, da Longanesi & C. ne. n. 11 de “Il meglio di H. G. Wells”, da Rizzoli nei nn. 1585/1586 di “Biblioteca Universale Rizzoli”, da Sugar all’interno di “Frankenstein & Company”, da Edizioni dell’Albero nel n. 11 de “I Best dei Giovani”, da Mursia all’interno de “I Grandi Scrittori di Ogni Paese”, nel n. 35 de “Collana ‘Corticelli'”, nel n. 3 dei “Tascabili Mursia”, all’interno de “I Grandi Scrittori di Ogni Paese”, in “Grande Universale Mursia” e ne “I Classici GUM” da Newton nel n. 9 de “L’Avventura”, da Mondadori all’interno del n. 89 di “Oscar Fantascienza”, da Edizioni Nuages, da Fanucci, da Edizioni Clandestine in “Highlander”, da Newton Compton all’interno del n. 579 di “Grandi tascabili economici.I mammut Gold” in una serie di traduzioni. La versione originale del romanzo è liberamente disponibile sul sito del Progetto Gutenberg.

Quando uno sconosciuto arriva ad una locanda nel villaggio inglese di Iping, tutti possono subito notare che non si tratta di una persona come le altre. L’uomo è infatti completamente coperto dalla testa ai piedi, con la faccia bendata e un naso finto. Fin da subito mostra un’indole da recluso e la gente del luogo comincia a porsi domande su di lui.

Le stranezze dello sconosciuto aumentano quando quelli che dovrebbero essere i suoi bagagli hanno contenuti piuttosto fuori dal normale. L’uomo afferma di voler solo compiere in pare una complessa ricerca scientifica e non tollera le intromissioni della locandiera. Quando la donna gli chiede il pagamento dell’affitto, l’uomo rivela la sua invisibilità.

Il mondo dei Berserker di Fred Saberhagen

Il romanzo “Il mondo dei Berserker” (“Berserker”) di Fred Saberhagen è stato pubblicato per la prima volta nel 1967. È il risultato dell’unione di vari racconti brevi pubblicati negli anni precedenti. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1152 di “Urania” e nel n. 133 di “Urania Collezione” nella traduzione di Maura Arduini.

Nel corso di un’antichissima guerra spaziale due specie si scontrarono fino a causare la reciproca estinzione. Di quella guerra sono rimaste solo astronavi gestite da intelligenze artificiali dotate di armi potentissime, della capacità di autoripararsi dopo aver subito danni in battaglia e di costruire altre astronavi con le caratteristiche necessarie alla guerra.

La fine della guerra per cui queste macchine robotiche sono state costruite non ferma la loro attività, che si sposta verso altre specie con lo scopo di portare anch’esse all’estinzione. Tra le specie senzienti, i discendenti dei terrestri sembrano gli unici in grado di combattere questi nemici, a cui hanno dato il nome di Berserker.

Dan Simmons è nato il 4 aprile del 1948 a Peoria, nell’Illinois, negli USA. Fin dall’inizio della sua carriera Dan Simmons ha scritto opere di vari generi letterari mischiandone gli elementi. Notevoli legami con la letteratura classica sono presenti nel suo romanzo di fantascienza “Hyperion” (“Hyperion”) del 1989, il primo dei Canti di Hyperion composto anche dai romanzi “La caduta di Hyperion” (“The Fall of Hyperion”) del 1990, “Endymion” (“Endymion”) del 1996 e “Il risveglio di Endymion” (“The Rise of Endymion”) del 1997 e dal romanzo breve “Gli orfani di Helix” (“Orphans of the Helix”) del 1999.

Dan Simmons ha scritto anche molte altre opere di successo. La commistione di generi spesso rende difficile e limitativo etichettare le opere di Dan Simmons. “La scomparsa dell’Erebus” (“The Terror”) del 2007 è un dramma storico basato su eventi reali ma l’autore vi inserisce elementi fantasy / horror. Poche settimane fa è iniziata una serie televisiva che adatta il romanzo.

Sick Building di Paul Magrs

Il romanzo “Sick Building” di Paul Magrs è stato pubblicato per la prima volta nel 2007. È inedito in Italia.

Il Decimo Dottore e Martha Jones arrivano sul Mondo di Tiermann, così chiamato perché abitato dalla famiglia Tiermann. Una creatura aliena capace letteralmente di divorare qualsiasi cosa è in arrivo e il Dottore vuole avvertire i Tiermann della minaccia in arrivo. L’accoglienza non è esattamente la più amichevole ricevuta dai viaggiatori.

Il professor Ernest Tiermann ha costruito sul suo mondo quella che chiama Casa da Sogno in cui una serie di robot servono lui e la sua famiglia. La casa è dotata di un campo di forza che secondo lui è impenetrabile ma che si rivela vulnerabile e perde stabilità quando la creatura aliena si avvicina al pianeta. Nonostante ciò, quando il Dottore lo esorta a lasciare il pianeta, il professor Tiermann vuole fare di testa sua e fa chiudere il Dottore nella cantina dai suoi robot.

Spacefood. La nuova gastronomia siderale di Andrea Coco

Il romanzo “Spacefood. La nuova gastronomia siderale” di Andrea Coco è stato pubblicato per la prima volta nel 2017 da Scatole Parlanti in “Mondi”.

Aner Sims è il critico enogastronomico più famoso dell’intero universo. Augusto “Rock” Parboni è un paladino della Flotta Spaziale. Una serie di viaggi in alcuni locali davvero particolari è l’occasione per assaggiare la cucina di luoghi altrettanto particolari ma a volte le usanze del posto possono risultare pericolose per chi vuole entrare in un ristorante.

Scilla Aliprand è la responsabile del Servizio di Protezione Aziendale di una multinazionale ed è innamorata di Aner Sims. Sul pianeta Znavel deve indagare sulla scomparsa del celebre cuoco Apuleius, un compito non facile perché i suoi colleghi non lo amano particolarmente e ciò fa pensare che uno di essi abbia voluto liberarsi di lui.