Alcuni rack del supercomputer Pleiades (foto NASA)

All’International Supercomputing Conference di Amburgo, in Germania, La NASA ha annunciato che il suo supercomputer Pleiades è ora il settimo nella classifica dei computer più potenti del mondo. È dotato di 182 rack per un totale di 11.648 nodi, un totale di 185 TByte di RAM, una memoria di massa totale di 6,9 PByte e a far girare questo supercomputer c’è il sistema operativo Linux nella versione SuSE.

Partenza da zero di James White

Il romanzo “Partenza da zero” (“Open Prison”, conosciuto anche come “The Escape Orbit”) di James White venne pubblicato per la prima volta nel 1963. Fu finalista al premio Nebula nella categoria miglior romanzo dell’anno per il 1965, anno della pubblicazione negli USA. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nei nn. 355 e 756 della collana “Urania” e nel n. 101 del giugno 2011 della collana “Urania Collezione” assieme al romanzo “Vita con gli automi”.

The Atrocity Archives di Charles Stross

“Rapporto sulle atrocità” (“The Atrocity Archives”) contiene due opere di Charles Stross. Il romanzo “The Atrocity Archive” è stato pubblicato per la prima volta sulla rivista “Spectrum SF” tra il novembre 2001 e il novembre 2002. Il romanzo breve “The Concrete Jungle” è stato pubblicato per la prima volta nel 2004. Nel 2005 ha ricevuto il Premio Hugo come miglior romanzo breve dell’anno. In Italia le due opere sono state pubblicate nel n. 1631 di “Urania” nella traduzione di Alessandro Vezzoli mentre il romanzo breve è stato pubblicato con il titolo “Giungla di cemento” da Delos Books nel n. 17 della collana “Odissea. Fantascienza”.

“The Atrocity Archive” introduce Bob Howard nei suoi primi incarichi in servizio attivo per conto della Lavanderia, un’agenzia governativa britannica segreta con una specializzazione un po’ particolare, l’occulto. Il primo incarico è noioso e alla fine Howard è bagnato fradicio ma l’incarico successivo, che dovrebbe essere di routine, si trasforma in uno scontro mortale combattuto in due universi con una creatura evocata decenni prima dai nazisti.

In “Giungla di cemento” il potere delle gorgoni è stato implementato nelle telecamere di videosorveglianza. Bob Howard comincia ad indagare su una mucca pietrificata finendo per scoprire che dietro c’è un complotto che metterà in pericolo la Lavanderia stessa.

Vita con gli automi di James White

Il romanzo “Vita con gli automi” (“Second Ending”) di James White venne pubblicato per la prima volta sulla rivista “Fantastic” nel giugno e luglio 1961. Questo romanzo fu finalista al Premio Hugo 1962 nella categoria miglior romanzo dell’anno. È stato pubblicato in Italia da Mondadori nei nn. 309 e 651 della collana “Urania”, nel “Millemondiestate 2001” e nel n. 101 del giugno 2011 della collana “Urania Collezione”.