Megachirella Wachtleri (Foto cortesia MUSE - Science Museum, Trento, Italy)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” descrive una ricerca sulla Megachirella wachtleri, un rettile che visse circa 240 milioni di anni fa di cui uno scheletro fossile è stato scoperto nelle Dolomiti. Un team di ricercatori, compresi alcuni MUSE (il Museo delle Scienze), del Centro Internazionale di Fisica Teorica Abdus Salam (Trieste), dell’Elettra Sincrotrone Trieste e del Centro studi e ricerche Enrico Fermi (Roma), hanno esaminato i resti di quest’animale concludendo che si tratta del più antico antenato conosciuto dei moderni squamati, l’ordine tassonomico che include lucertole, serpenti e anfisbene.

Il racconto breve “Reticolato” (“Meshed”) di Richard Larson è stato pubblicato per la prima volta nel 2015. In Italia è stato pubblicato da Future Fiction all’interno dell’antologia in italiano e inglese “Ghost Girl – La ragazza fantasma” nella traduzione di Lorenzo Crescentini.

Oxford Diallo è una grande promessa del basket che sta per compiere 18 anni. Arrivato da poco dal Senegal assieme al padre, mostra fin dai primi allenamenti tutto il suo talento straordinario. Per lui ci sono ottime prospettive non solo per quanto riguarda un contratto da professionista ma anche per le sponsorizzazioni. Un agente cerca subito di convincerlo a essere reticolato, cioè a farsi un impianto neurale per condividere le sue sensazioni fisiche, ma lui non lo vuole.

Fossile di Anomalocaris Canadensis risalente al Cambriano (Immagine cortesia A. Daley)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Proceedings of the National Academy of Sciences” descrive una ricerca su antichissimi fossili di animali in relazione all’esplosione del Cambriano. Un team di ricercatori dell’Università britannica di Oxford e dell’Università svizzera di Losanna ha compiuto l’esame più completo mai fatto di fossili di Euartropodi primitivi. Le conclusioni sono che le origini di questi animali risalgono a non prima di 550 milioni di anni fa e la loro diversificazione ha impiegato circa 40 milioni di anni.

Terminal World di Alastair Reynolds

Il romanzo “Terminal World” di Alastair Reynolds è stato pubblicato per la prima volta nel 2010. È inedito in Italia.

Quillon è un angelo modificato per riuscire a sopravvivere ai livelli inferiori della costruzione chiamata Spearpoint, dove gli stati di energia non permettono alla sua gente di vivere. La sua vita ormai è tra gli esseri umani comuni ma dopo anni in cui lavora come patologo gli viene portato un angelo morente che gli rivela che una fazione della loro gente vuole trovarlo.

Certo che gli angeli non vogliano nulla di buono per lui, Quillon si rivolge a Fray, l’unico umano che conosce il suo segreto e che lo ha aiutato nella sua copertura grazie al giro di contatti e di servizi non esattamente legali che gestisce. Fray gli spiega che l’unica speranza è cambiare aria e gli procura i servizi di Meroka, una specialista di quel tipo di missioni. Durante la fuga, si imbattono in Kalis, una donna con una strana figlia, Nimcha, poco dopo un violento cambiamento delle zone con diversi stati di energia.

Frammenti di pelle fossile

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Communications” descrive una ricerca sulla pelle di dinosauri piumati. Un team di ricercatori ha esaminato frammenti di pelle fossile di esemplari di alcune specie scoperte nella Cina nord-orientale: Microraptor, Beipiaosaurus e Sinornithosaurus assieme a un uccello primitivo del genere Confuciusornis. La conclusione è che quei dinosauri perdevano la pelle in pezzetti, come gli uccelli moderni, e non tutta assieme come molti rettili moderni.