Ancillary Sword - La stazione di Athoek di Ann Leckie

Il romanzo “Ancillary Sword – La stazione di Athoek” (“Ancillary Sword”) di Ann Leckie è stato pubblicato per la prima volta nel 2014. È il secondo libro della serie Imperial Radch e segue “Ancillary Justice – La vendetta di Breq”. Ha vinto i premi BSFA e Locus come miglior romanzo dell’anno. In Italia è stato pubblicato da Fanucci in “Collezione Fantasy” nella traduzione di Matteo Diari e da Mondadori nel n. 16 di “Urania Jumbo” nella traduzione di Francesca Mastruzzo.

Breq è stata nominata Ammiraglio da Anaander Mianaai, il Signore del Radch, o meglio da una parte di lei dato che la sua personalità si è frammentata in molti corpi. Messa a capo di una flotta di astronavi, a Breq viene ordinato di recarsi alla stazione di Athoek, dove deve proteggere il sistema vicino da possibili attacchi che potrebbero arrivare da un’altra fazione del Signore del Radch o da potenze esterne.

Il sistema vicino alla stazione di Athoek e la stazione stessa fanno parte dell’impero Radchaai da secoli ma Breq vi trova ancora problemi che sono conseguenze della sua annessione. Lì vive anche la sorella del tenente Awn, a cui fa un’offerta che sente di doverle. La presenza di Breq non è gradita da qualcuno ma non è facile capire da quale parte possano arrivare i pericoli.

Wolffia australiana

Un articolo pubblicato sulla rivista “Genome Research” riporta il sequenziamento del DNA della Wolffia australiana, considerata la pianta con la crescita più veloce al mondo. Un team di ricercatori guidato da Todd Michael dell’Istituto Salk di La Jolla, in California, negli USA, ha usato tecniche avanzate di sequenziamento genetico per compiere questo lavoro. Capire le caratteristiche genetiche della Wolffia australiana significa non solo capire come faccia a crescere così rapidamente ma anche come questa pianta sia ottimizzata per la crescita a scapito di altre funzioni come la crescita di radici e la difesa da parassiti. L’importanza di questo studio sta anche nel fatto che la Wolffia australiana fa parte della dieta di alcune popolazioni del sud-est asiatico e un’attenta selezione delle sue caratteristiche potrebbe farla diventare un’importante fonte proteica.

Titano: fuga dal limbo di Alfonso Dama

Il romanzo “Titano: fuga dal limbo” di Alfonso Dama è stato pubblicato per la prima volta nel 2020 da Delos Digital nel n. 90 di “Odissea Fantascienza”.

La tecnologia ha raggiunto progressi tali da poter rigenerare tutte le parti di un corpo umano tranne il cervello. Passati i 400 anni, il cervello umano comincia a degenerare al punto da impazzire ma allo stesso tempo acquisisce poteri fuori dal normale. I cervelli di questi ultra-anziani vengono separati dai loro corpi e portati in una struttura speciale dove vengono immersi in un liquido chiamato in gergo melma.

Salvius Sorrenti è abituato a compiere lavori fuori dal normale ma la richiesta che riceve è sorprendente anche per i suoi standard: entrare nella melma per contattare uno dei cervelli. Anche il compenso offerto è davvero straordinario perciò Salvius accetta ma ben presto si renderà conto che il suo viaggio lo porterà a scoperte sconvolgenti.

I possibili funghi fossili scoperti nella formazione Doushantuo (Immagine cortesia Andrew Czaja of University of Cincinnati.)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Communications” riporta la scoperta nella formazione Doushantuo in Cina di microfossili risalenti a circa 635 milioni di anni fa attribuiti a un organismo simile a un fungo. Un team di ricercatori guidato dal professor Shuhai Xiao della Virginia Tech University ha esaminato questi microfossili che potrebbero appartenere ai funghi che colonizzarono la terraferma nel periodo Ediacarano. Essi potrebbero anche aver contribuito alla ripresa della Terra dopo un cosiddetto periodo della Terra a palla di neve, una glaciazione che aveva ricoperto l’intero pianeta.

Metropolitan di Walter Jon Williams

Il romanzo “Metropolitan” (“Metropolitan”) di Walter Jon Williams è stato pubblicato per la prima volta nel 1995. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1367 di “Urania” e nel n. 217 di “Urania Collezione” nella traduzione di Angela Di Taranto e Franco Forte.

Aiah è un’impiegata di basso rango dell’Autorità del plasma che lavora nella metropoli di Jaspeer. Durante un interevento di emergenza seguente l’apparizione di una misteriosa donna di fiamma che causa danni a parecchi quartieri, Aiah scopre una grossa fonte di plasma e si rende conto che la donna misteriosa aveva attinto direttamente dalla fonte finendo per uccidersi dopo aver danneggiato l’area. Dovrebbe segnalare la locazione della fonte ma decide di tenere per sé l’informazione.

In segreto, Aiah si rivolge al Metropolita Constantine, un politico in esilio dopo che i suoi nemici politici sono riusciti a estrometterlo da posizioni di potere nella loro metropoli. Lo scopo di Aiah è di ottenere una forte cifra in cambio del segreto della fonte di plasma ma la donna finisce invischiata negli intrighi politici di Constantine.