Scheletro di Lisowicia bojani (Immagine cortesia Tomasz Sulej)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Science” riporta la descrizione della Lisowicia bojani, un animale appartenente al gruppo dei dicinodonti che visse nell’attuale Polonia nel periodo Triassico Superiore. Tomasz Sulej dell’Istituto di Paleobiologia dell’Accademia polacca delle scienze e Grzegorz Niedzwiedzki del Dipartimento di Biologia Organismica dell’Università svedese di Uppsala hanno studiato quest’animale che aveva le dimensioni di un elefante e contraddice l’idea che all’epoca i grossi erbivori fossero tutti dinosauri.

Spider e Jeanne Robinson nel 2004 (Foto C. A. Bridges)

Spider Robinson è nato il 24 novembre 1948 nel Bronx, a New York City, New York, negli USA. La sua carriera di scrittore di fantascienza è cominciata nel 1973, con la pubblicazione del racconto “Il tipo con gli occhi” (“The Guy with the Eyes”) sulla rivista “Analog Science Fiction”, il primo ambientato in un universo narrativo che include il Saloon di Callahan.

Il romanzo breve del 1976 “Con qualunque altro nome” (“By Any Other Name”) ha vinto il Premio Hugo ed è stato ampliato nel romanzo “Telempath”, pubblicato nel 1977, ambientato in un futuro distopico in cui la civiltà è in rovina. Spider Robinson ha fatto ancor meglio con il romanzo breve del 1977 “Stardance”, conosciuto anche come “La danza delle stelle” (“Stardance”), scritto assieme alla moglie, che ha vinto i premi Hugo, Nebula e Locus, diventato la prima parte di un romanzo con lo stesso titolo pubblicato nel 1978. Negli anni successivi la coppia ha pubblicato i due seguiti “Starseed” del 1991 e “Starmind” del 1995.

Nel 2001 Spider Robinson ha pubblicato “The Free Lunch”, ispirato ai juvenile di Robert A. Heinlein, tanto che il titolo è un riferimento alla sua celebre frase “Non esistono cose come un pasto gratis”. L’ispirazione è ancor maggiore nel romanzo “Stella Variabile” (“Variable Star”) del 2006, dato che è stato sviluppato a partire da una traccia per un romanzo di 7 pagine scritta da Heinlein nel 1955.

Arma Infero 3: Il Risveglio del Pagan di Fabio Carta

Il romanzo “Arma Infero 3: Il Risveglio del Pagan” di Fabio Carta è stato pubblicato per la prima volta nel 2018 in ebook da Inspired Digital Publishing. È il seguito di “Arma Infero II: I Cieli di Muareb”.

Dopo la prodigiosa trasformazione di Lakon, lui e Karan fanno il loro ritorno solo per scoprire una Falange devastata dalla guerra. La gloriosa cavalleria ha lasciato il passo a una guerra di trincea resa ancor più atroce dall’uso di ordigni atomici che hanno colpito anche la popolazione civile.

Karan ha ormai perduto la sua amata Luthien e deve dimenticarla per concentrarsi sullo sforzo bellico. Cerca di dare il suo contributo migliorando lo sfruttamento delle antiche tecnologie ma la scarsa unità tra i nobili e tra i generali costituisce un serio problema nella gestione delle attività belliche.

Il Macrocollum itaquii è il più antico dinosauro dal collo lungo scoperto finora

Un articolo pubblicato sulla rivista “Biology Letters” descrive la scoperta di un dinosauro del gruppo dei sauropodomorfi che visse nell’odierno Brasile nel periodo Triassico Superiore, circa 225 milioni di anni fa. Rodrigo Temp Müller e Sérgio Dias-da-Silva dell’Universidade Federal de Santa Maria assieme a Max Cardoso Langer dell’Universidade de São Paulo hanno scoperto un antenato dei celebri dinosauri giganti dal collo lungo, che è stato chiamato Macrocollum itaquii. Si tratta di una scoperta utile per chiarire l’evoluzione di quel gruppo di dinosauri erbivori.

Nigel Goldenfeld e Thomas Kuhlman

Un articolo pubblicato sulla rivista “Proceedings of the National Academy of Sciences” descrive il possibile ruolo dei trasposoni, chiamati comunemente geni saltellanti, nella nascita degli organismi eucarioti, quelli formati da cellule complesse che includono anche quelli multicellulari. Un team di ricercatori ha compiuto esperimenti in particolare sui retrotrasposoni, che per integrarsi nel DNA richiedono un intermedio a RNA, per valutarne gli effetti sui batteri. Il risultato è che un meccanismo di riparazione del DNA tipico degli eucarioti ma raro nei batteri aumenta l’efficienza dell’inserimento e l’effetto dei retrotrasposoni suggerendo un possibile ruolo nell’evoluzione degli eucarioti.