Progetto Quintaglio di Robert J. Sawyer

Il romanzo “Progetto Quintaglio” (“Fossil Hunter”) di Robert J. Sawyer è stato pubblicato per la prima volta nel 1993. È il secondo della trilogia Quintaglio e segue “Occhi nello spazio”. Ha vinto il premio Homer come miglior romanzo dell’anno. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1665 di “Urania” nella traduzione di Annarita Guarnieri.

Toroca, uno dei figli di Afsan e Novato, lavora a una missione geologica che ha lo scopo di fare un quadro generale di tutte le risorse esistenti per valutare quali possano essere utili nel grande esodo che i Quintaglio dovranno compiere per salvarsi dalla distruzione del mondo. Nel corso di quel lavoro, Toroca fa varie scoperte inaspettate come un oggetto fatto di un materiale molto più duro di tutti quelli conosciuti e chiaramente artificiale e animali che vivono al polo sud che hanno alcune caratteristiche che sembrano quelle di specie conosciute ma adattate alla vita acquatica, come se i loro antenati fossero cambiati nel tempo.

L’Imperatore Dybo deve dirigere le operazioni che porteranno all’esodo sperando che Afsan e gli altri consiglieri trovino il modo di lasciare il loro mondo ma la loro concentrazione viene fortemente disturbata. Qualcuno ha ucciso uno dei figli di Afsan e Novato, un evento che quasi nessuno ricordava in un popolo in cui gli individui uccidono solo quando presi dalla furia causata dalla territorialità. Dybo stesso è in pericolo quando suo fratello Rodlox contesta il suo diritto al trono e lo sfida a un combattimento che può finire solo con la morte di uno dei due.

Ossa di Peregocetus pacificus (Immagine G. Bianucci)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Current Biology” riporta la scoperta dei fossili di una balena quadrupede in sedimenti marini vicini alla costa del Perù datati circa 42,6 milioni di anni fa. Un team di ricercatori ha chiamato questa nuova specie Peregocetus pacificus, probabilmente la più antica trovata nelle americhe. Lo scheletro scoperto costituisce il primo ritrovamento indiscutibile di fossili di cetacei anfibi capaci sia di muoversi sulla terraferma che di nuotare nelle acque marine.

Spock (Ethan Peck) e Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) in Attraverso la valle delle tenebre (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Attraverso la valle delle tenebre” (“Through the Valley of Shadows”) è il dodicesimo episodio della seconda stagione della serie “Star Trek: Discovery” e segue “Perpetua Infinità”.

Un nuovo segnale cosmico viene rilevato e anche se la sua origine è ignota è una traccia che non può essere ignorata. Esso porta su Boreth, il pianeta Klingon che ospita un monastero che tra le altre cose custodisce i cristalli temporali. Mentre il Capitano Christopher Pike (Anson Mount) va al monastero, Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) e Spock (Ethan Peck) indagano su un’anomalia legata all’attività di un’astronave della Sezione 31.

Identificata una nuova specie di mastodonte

Un articolo pubblicato sulla rivista “PeerJ” riporta il riconoscimento di una nuova specie di mastodonte che è stata chiamata Mammut pacificus, mastodonte del Pacifico. Un team di ricercatori guidato dal dottor Alton Dooley del Western Science Center (WSC) di Hemet, in California, ha esaminato una serie di fossili trovando in alcuni di essi quelle che ritiene caratteristiche diverse rispetto agli altri, sufficienti a definire una nuova specie che visse nelle regioni che oggi appartengono a California, Sierra Nevada e Idaho ed è separata dalla specie di mastodonte più conosciuta, il Mammut americanum, mastodonte americano.

Danai Gurira nel 2017

Il 31 marzo (il 1 aprile in Italia) è terminata la nona stagione della serie “The Walking Dead”.

La nona stagione è stata prodotta e trasmessa con il formato ormai diventato usuale: 16 episodi dei quali 8 sono stati trasmessi tra ottobre e dicembre 2018 e gli altri 8 tra febbraio e aprile 2019. Ormai il calo di audience non fa più notizia ma dopo una stagione complessivamente negativa come l’ottava altri spettatori hanno abbandonato la serie con un conseguente calo anche tra quelli che registravano gli episodi. Angela Kang, già autrice di parecchi episodi della serie, è stata aggiunta agli showrunner per la nona stagione e per la decima, dato che la serie è stata comunque rinnovata almeno per un’altra stagione.

L’ottava stagione di “The Walking Dead” aveva raccontato la guerra tra il gruppo di Alexandria, Hilltop e del Regno e i Salvatori di Negan. Un anno e mezzo dopo la fine della guerra, le comunità stanno lavorando a una ricostruzione ma non tutti condividono le stesse idee su come portarla avanti e su chi debbano essere i leader.