Paleontologia

Daniel Fisher e il suo team con il teschio del mastodonte (Foto cortesia Levi Stroud, Michigan News)

Uno scheletro di mastodonte americano (Mammut americanum) considerato il più completo tra quelli trovati dagli anni ’40 è stato scoperto nella regione chiamata Thumb del Michigan, negli USA. Uno scavo durato quattro giorni al Fowler Center for Outdoor Learning, vicino alla città di Mayville, condotto da un team diretto dall’Università del Michigan con vari volontari ha permesso di disseppellire circa il 75% di ossa complete o quasi complete dell’esemplare.

Concetto artistico di vegave nel suo habitat con la siringe in evidenza (Immagine cortesia Nicole Fuller/Sayo Art for UT Austin)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” descrive una ricerca sugli organi vocali del vegave (Vegavis iaai), un uccello vissuto oltre 66 milioni di anni fa, alla fine dell’era dei dinosauri. L’analisi dei fossili scoperti nel 1992 nell’isola Vega, in Antartide, ha mostrato che essi includono la siringe, la struttura anatomica che permette agli uccelli di cantare o cinguettare. Ciò dimostra per la prima volta che anche uccelli così antichi avevano tali capacità.

Ricostruzione di Rativates evadens (Immagine cortesia Andrey Atuchin)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Journal of Vertebrate Paleontology” descrive una ricerca su un dinosauro teropode vissuto verso la fine del periodo Cretaceo, circa 76 milioni di anni fa, che è stato chiamato Rativates evadens. Un team di paleontologi guidato da Bradley McFeeters della Carleton University ha riesaminato uno scheletro parziale che era stato attribuito alla specie Struthiomimus altus concludendo che le sue caratteristiche sono abbastanza diverse da costituire addirittura un altro genere.

Illustrazione di drepanosauro (Immagine cortesia Victor Leshyk)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Current Biology” descrive lo studio di fossili di drepanosauro (Drepanosaurus unguicaudatus), un rettile vissuto nel periodo Triassico, circa 212 milioni di anni fa. Il ritrovamento di fossili completi di quest’animale nel New Mexico ha permesso di effettuare esami approfonditi che hanno confermato che esso aveva braccia molto forti con un enorme artiglio e una conformazione anatomica decisamente fuori dal normale che ha sorpreso i paleontologi.

Schema di convergenze evolutive (Immagine cortesia Michelle Stocker et al.)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Current Biology” descrive una ricerca su una specie di rettile che è stata chiamata Triopticus primus. Un gruppo di paleontologi guidati da Michelle Stocker del College of Science di Virginia Tech ha studiato questo rettile vissuto circa 230 milioni di anni fa notando varie caratteristiche simili a quelle di dinosauri pachycephalosauridi vissuti 100 milioni di anni dopo. La ricerca ha rivelato anche altre somiglianze tra animali contemporanei al Triopticus primus e dinosauri vissuti milioni di anni dopo.