Paleontologia

Vecchia e nuova classificazione dei dinosauri (Immagine cortesia Nature)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” descrive una nuova ipotesi riguardo alle parentele all’interno del gruppo dei dinosauri. Un team di scienziati dell’Università britannica di Cambridge e del Natural History Museum di Londra hanno proposto una nuova struttura per l’albero del gruppo dei dinosauri che ristruttura pesantemente i gruppi classici assegnando anche vari nuovi nomi. Gli scienziati hanno anche proposto l’ipotesi che i dinosauri abbiano avuto origine nell’emisfero settentrionale e non in quello meridionale.

Fossile di Doliodus problematicus (Foto cortesia John G. Maisey et al)

Un articolo pubblicato sulla rivista “American Museum Novitates” descrive una ricerca che offre le prove più robuste finora trovate che gli squali discendono da un antichissimo gruppo di pesci chiamati acantodi. Un team di ricercatori guidato da John Maisey della divisione di paleontologia del Museo Americano di Storia Naturale ha analizzato resti fossili che si sono preservati in maniera straordinaria di un antico pesce simile a uno squalo chiamato Doliodus problematicus identificandolo come una specie di transizione tra acantodi e squali.

Tomografia di Ramathallus lobatus (Immagine cortesia Stefan Bengtson et al.)

Un articolo pubblicato sulla rivista “PLOS Biology” descrive lo studio di due tipi di fossili vegetali scoperti in India datati 1,6 miliardi di anni. Un team del Museo Svedese di Storia Naturale guidato da Stefan Bengtson ha studiato queste due specie diverse che assomigliano alle alghe rosse chiamandole Rafatazmia chitrakootensis e Ramathallus lobatus. Le alghe rosse più antiche finora conosciute risalgono a 1,2 miliardi di anni fa e la nuova scoperta indica che forme di vita complessa si sono evolute prima del previsto.

Il cranio trovato nella grotta di Aroeira (Foto cortesia Javier Trueba)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Proceedings of the National Academy of Sciences” descrive lo studio del più antico cranio fossile scoperto in Portogallo, nella grotta di Aroeira. Un team diretto all’archeologo João Zilhão che include l’antropologo Rolf Quam della Binghamton University ha scoperto questo cranio incompleto che ha un’età stimata di circa 400.000 anni assieme a resti di animali e vari reperti che includono attrezzi di pietra tra cui parecchie asce.

Diagramma di scheletro di Ichthyosaur communis del 1824

Un articolo pubblicato sulla rivista “Journal of Systematic Palaeontology” descrive una ricerca che propone una revisione tassonomica tra gli ittiosauri, rettili marini vissuti nel periodo Triassico e nel Cretaceo. Dean Lomax, paleontologo dell’Università di Manchester, e la professoressa Judy Massare del Brockport College hanno studiato fossili appartenenti alle specie Ichthyosaurus communis e Ichthyosaurus intermedius concludendo che sono in realtà la stessa specie.