Massimo Luciani

Gabriel Lorca (Jason Isaacs) e Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) in Si Vis Pacem, Para Bellum (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Si Vis Pacem, Para Bellum” (“Si Vis Pacem, Para Bellum”) è l’ottavo episodio della serie “Star Trek: Discovery” e segue “Toglie di senno fin anche i più saggi”.

Nota. Quest’articolo contiene parecchi spoiler su “Si Vis Pacem, Para Bellum”.

Saru (Doug Jones), Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) ed Ash Tyler (Shazad Latif) sono stati inviati sul pianeta Pahvo per trovare il modo di utilizzare le sue proprietà uniche per creare una sorta di sonar per individuare le astronavi Klingon occultate. La guerra sta andando male e la Federazione ha bisogno di nuovi progressi per cambiarne il corso. Nel frattempo, L’Rell (Mary Chieffo) ha il compito di interrogare l’Ammiraglio Katrina Cornwell (Jayne Brook).

Concetto artistico dell'impatto del meteorite che provocò l'estinzione di massa (Immagine Donald E. Davis/NASA/JPL)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Geophysical Research Letters” descrive una ricerca che offre una nuova stima dei cambiamenti climatici provocati del meteorite che circa 66 milioni di anni fa portò all’estinzione dei dinosauri e di moltissime altre specie dell’epoca. Secondo un team di ricercatori la quantità di zolfo rilasciata nell’atmosfera fu maggiore rispetto alle stime precedenti con conseguenze peggiori. Parte degli autori ha partecipato anche a uno scavo nel cratere provocato dal meteorite, che ha avuto risultati descritti in un articolo pubblicato sulla rivista “GSA Today”.

Alcuni ambienti in cui sono stati prelevati microbi

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” presenta una meta-analisi di campioni di microbi raccolti da centinaia di ricercatori dell’Earth Microbiome Project (EMP), che persegue il tentativo sistematico di classificare i microbi a livello globale. I ricercatori hanno stabilito protocolli e nuovi metodi analitici per gestire i risultati di sequenziamenti genetici di batteri e archei in studi multipli. Le nostre conoscenze di questi microrganismi rimangono limitate ma questo progetto permetterà di estenderle e di capire meglio il loro impatto sugli ecosistemi di cui fanno parte.

Einstein perduto di Samuel R. Delany e Chi di vampiro ferisce

Il romanzo “Einstein perduto”, conosciuto anche come “Una favolosa tenebra informe”, (“The Einstein Intersection”) di Samuel R. Delany è stato pubblicato per la prima volta nel 1967. Ha vinto il premio Nebula come miglior romanzo dell’anno. In Italia è stato pubblicato dalla Casa Editrice La Tribuna nel n. 147 di “Galassia” e all’interno del n. 43 di “Bigalassia” nella traduzione di Maria Teresa Guasti, da Fanucci nel n. 11 di “Collezione Immaginario. Solaria” nella traduzione di Paolo Prezzavento e da Mondadori all’interno del n. 79 di “Millemondi”.

Lo Lobey è un alieno che sta cercando di conoscere l’antica cultura della Terra dopo che è stata abbandonata dagli esseri umani. È parte di un’ondata di colonizzatori alieni che hanno preso possesso del pianeta e dei tanti apparecchi elettronici lasciati indietro e ancora funzionanti.

In questa situazione, Lo Lobey va alla ricerca della sua amata Friza per riportarla in vita come un novello Orfeo. Nel corso della sua quest incontra altri alieni che hanno preso qualcosa dall’antica cultura umana assumendo i ruoli di personaggi mitologici. I rapporti non sono facili e a volte si arriva allo scontro.

Ash Tyler (Shazad Latif) e Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) in Toglie di senno fin anche i più saggi (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Toglie di senno fin anche i più saggi” (“Magic to Make the Sanest Man Go Mad”) è il settimo episodio della serie “Star Trek: Discovery” e segue “Lete”.

Nota. Quest’articolo contiene parecchi spoiler su “Toglie di senno fin anche i più saggi”.

C’è una festa sulla USS Discovery e la cadetta Sylvia Tilly (Mary Wiseman) cerca di spingere Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) a ballare con il tenente Ash Tyler (Shazad Latif) ma tutto viene rovinato da Harry Mudd (Rainn Wilson).