September 2021

Homecoming di Jude Austin

Il romanzo “Homecoming” di Jude Austin è stato pubblicato per la prima volta nel 2020. È il secondo libro della serie dei Progetti e segue “Project Tau”. È inedito in Italia.

Kalin Taylor, ormai conosciuto come Kata, è riuscito a fuggire dal laboratorio della GenTech dove era stato usato come cavia per un esperimento biologico e addestrato per essere venduto come schiavo. Ha portato con lui Tau, uno dei Progetti creati usando biotecnologie avanzate.

Kalin/Kata vuole solo tornare sul suo pianeta natale Trandellia ma il viaggio è lungo e tortuoso. L’accoglienza non è delle migliori perché i governanti del suo pianeta vogliono sfruttare le sue nuove capacità: ufficialmente, è morto e se vuole che la sua cittadinanza venga ripristinata e a Tau venga permesso di vivere su Trandellia deve andare sul pianeta selvaggio Atthiras e trovare la figlia di un ambasciatore scomparsa.

Il racconto “Sostituzione” (“Replacement”) di Rimi B. Chatterjee è stato pubblicato per la prima volta nel 2020 da Future Fiction all’interno dell’antologia “Avatar. Fantascienza contemporanea indiana” nella traduzione di Gabriella Gregori.

Aiyzeh Dang vorrebbe essere magra e flessuosa come la sua amica Supiriya, che sicuramente troverà un buon marito. Lei invece può sperare solo di riuscire ad andare a New Singapore per studiare medicina con l’uomo che ammira per il contributo che ha fornito riguardo al problema della sovrappopolazione. I suoi fratelli, che gestiscono la famiglia dopo la morte del loro padre, le danno il permesso solo perché ha vinto una borsa di studio e loro non hanno i soldi per pagarle la dote per trovarle un marito.

La mente di Schar o Pensa a Fleba di Iain M. Banks

Il romanzo “La mente di Schar”, conosciuto anche come “Pensa a Fleba”, (“Consider Phlebas”) di Iain M. Banks è stato pubblicato per la prima volta nel 1987. Fa parte del ciclo della Cultura. In Italia è stato pubblicato dall’Editrice Nord nel n. 204 di “Cosmo Argento” nella traduzione di Gianluigi Zuddas, da Fanucci nel n. 2 di “Collezione Immaginario. Solaria” nella traduzione di Roldano Romanelli e da Mondadori all’interno de “Il ciclo della cultura. La prima trilogia” nella traduzione di Gianluigi Zuddas.

Viste di fossile di Titanokorys gainesi (Immagine cortesia Jean-Bernard Caron, Royal Ontario Museum)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Royal Society Open Science” riporta l’identificazione di una nuova specie di radiodonti che è stata chiamata Titanokorys gainesi risalente a circa mezzo miliardo di anni fa grazie a fossili scoperti nella celebre Argillite di Burgess. Un team di ricercatori ha esaminato quello che è il più grande radiodonte della famiglia Hurdiidae scoperto finora e in particolare il grande carapace che copriva la sua testa, molto lunga rispetto al corpo. Un animale del genere doveva avere una notevole importanza nel suo ecosistema, come altri radiodonti predatori del periodo Cambriano. La sua scoperta aiuta a capire la diversificazione di questi artropodi e in particolare di quelli della famiglia Hurdiidae, caratterizzata da una grande variabilità nelle caratteristiche e in particolare del carapace.

Eymerich risorge di Valerio Evangelisti

Il romanzo “Eymerich risorge” di Valerio Evangelisti è stato pubblicato per la prima volta nel 2017 da Mondadori in “Omnibus”, all’interno di “Eymerich: libro tre” e nel n. 1694 di “Urania”. Fa parte del Ciclo di Eymerich.

Nicolas Eymerich indaga su Francesc Roma, consigliere speciale del re d’Aragona, convinto che si tratti di un eretico. Riunitosi con padre Corona, si reca da papa Gregorio XI per chiedergli l’autorità di indagare in qualsiasi luogo e scopre che il papa ha i suoi sospetti sull’uomo. Eymerich inizia una spedizione che lo porta anche a incrociare eretici valdesi.

Marcus Frullifer viene rapito, o sequestrato, a seconda del punto di vista, per essere portato a un osservatorio gestito dai Gesuiti, interessati alle possibili applicazioni delle teorie dello scienziato.