December 2019

Frammenti dl meteorite NWA 1172 contenente Metallosphaera sedula (Immagine cortesia Tetyana Milojevic)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Scientific Reports” descrive uno studio sulla capacità di una specie di archei chiamata Metallosphaera sedula di crescere in materiali tipici dei meteoriti utilizzando i metalli in essi contenuti come fonte di energia. Un team di ricercatori guidato dall’astrobiologa Tetyana Milojevic dell’Università di Vienna ha esaminato questi archei mentre vivevano e interagivano con un vero meteorite. I risultati possono fornire indizi sull’origine della vita sulla Terra grazie alle possibilità di identificare con maggiore certezza microfossili contenenti metalli. Ciò significa anche avere migliori possibilità di valutare possibili tracce di vita microscopica trovati in altri luoghi del sistema solare.

Fossile di Mimodactylus libanensis (Immagine cortesia Kellner et al,)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Scientific Reports” descrive l’identificazione di una nuova specie di pterosauro che è stata chiamata Mimodactylus libanensis che visse circa 95 milioni di anni fa, nel periodo Cretaceo superiore, nell’odierno Libano. Un team di ricercatori ha studiato un esemplare quasi completo dal sito di Hjoûla concludendo che aveva differenze significative rispetto ad altri pterosauri che vissero nell’attuale area Afro-Araba e aveva una parentela più stretta con la specie Haopterus gracilis, che visse nell’attuale Cina. Per questo motivo i ricercatori hanno anche creato un nuovo gruppo tassonomico che comprende quei generi che hanno chiamato Istiodactylifomes.

D.C. Fontana nel 2016

Ci ha lasciati nella giornata di lunedi 2 dicembre Dorothy Catherine Fontana. È stata scrittrice, sceneggiatrice e produttrice il cui nome è legato in vari modi alla saga di Star Trek fin dalla serie originale. Conosciuta come D.C. Fontana, è stata una delle persone più importanti nello sviluppo della saga di Star Trek, un lavoro iniziato in un periodo in cui per le donne era difficile scrivere sceneggiature per serie che non fossero soap opera o varietà. Il ricordo di persone che collaborarono con lei sottolinea l’importanza del suo lavoro.

Su la testa di John Scalzi (edizione britannica)

Il romanzo “Su la testa” (“Head On”) di John Scalzi è stato pubblicato per la prima volta nel 2018. È il seguito di “Chiusi dentro”. In Italia è stato pubblicato da Mondadori nel n. 1673 di “Urania” nella traduzione di Marcello Jatosti.

L’hilketa è uno sport che è diventato popolare grazie al fatto che i giocatori sono in campo tramite i loro threep, robot comandati a distanza tramite un impianto neurale. Ciò lo rende praticamente un monopolio degli Haden, persone che sono state colpite da una malattia che ha reso loro impossibile usare il loro corpo organico, perché sono gli unici in grado di usare un threep con la naturalezza necessaria al gioco.

Quando Duane Chapman muore dopo che la testa del suo threep è stata staccata durante una partita di hilketa, stabilire cosa gli sia successo è fondamentale perché ci sono tanti interessi dietro all’hilketa, con una lega che cerca di espandersi anche fuori dagli USA. L’agente dell’FBI Chris Shane e la sua collega Leslie Vann indagano e immediatamente cominciano a scoprire complicazioni, a cominciare dall’apparente suicidio di un dirigente della lega.