The Terror: Infamy – I Deboli Sono Carne

Il dottor Kitamura (Hiro Kanagawa) ne I Deboli Sono Carne (Immagine cortesia AMC Studios / Amazon. Tutti i diritti riservati)
Il dottor Kitamura (Hiro Kanagawa) ne I Deboli Sono Carne (Immagine cortesia AMC Studios / Amazon. Tutti i diritti riservati)

“I Deboli Sono Carne” (“The Weak Are Meat”) è il quarto episodio della seconda stagione della serie “The Terror”, che è stata chiamata “The Terror: Infamy”, e segue “Gaman“. È trasmessa negli USA da AMC Studios e in altre nazioni su Amazon Prime Video.

Nota. Quest’articolo contiene alcuni spoiler su “I Deboli Sono Carne”.

Chester Nakayama (Derek Mio) è stato inviato a Guadalcanal, dove lavora per l’esercito americano alla traduzione di qualsiasi documento in giapponese su cui riescano a mettere le mano. Le sue notti sono praticamente insonni per il timore di essere attaccato non solo dai soldati giapponesi ma anche da qualche entità maligna. Scambia lettere con Luz Ojeda (Cristina Rodlo), la quale sta per partorire e si affida al dottor Kitamura (Hiro Kanagawa).

L’elemento soprannaturale diventa per la prima volta preponderante in “The Terror: Infamy” ma porta più domande che risposte. Inizialmente i personaggi parlavano di un’entità maligna del tipo chiamato bakemono mentre ora sembra che si tratti di uno yurei. Chester Nakayama ha ottenuto di essere arruolato come traduttore per l’esercito americano anche nella speranza che l’entità maligna lo seguisse e lasciasse in pace le persone rimaste al campo di internamento ma ciò non è avvenuto. A Guadalcanal, Chester è al centro di nuovi eventi inquietanti ma anche al campo succedono brutte cose.

Le scene soprannaturali non sono particolarmente originali dato che usano elementi tipici delle storie horror, dall’incubo alla possessione, perciò sono almeno in parte prevedibili ma mi sono sembrate ben fatte e ciò rafforza questa parte de “I Deboli Sono Carne”. Non è ancora chiaro cosa voglia l’entità dato che certe sue azioni sembrano contraddittorie ma è possibile che gli sceneggiatori stiano volutamente portando gli spettatori fuori strada per serbare rivelazioni importanti per i prossimi episodi.

L’elemento storico è ancora importante e ne “I Deboli Sono Carne” viene sviluppato soprattutto in connessione con il nuovo lavoro di Chester Nakayama, che si impegna a tradurre documenti in giapponese ma viene ancora considerato un nemico da parte di molti militari americani. Luz d’altro canto comincia a essere accettata dai giapponesi-americani internati nel campo mentre il Maggiore Bowen (C. Thomas Howell) tratta tutti gli internati con la stessa meschinità.

Ne “I Deboli Sono Carne” ci sono scene crude sia legate all’elemento soprannaturale che a quello storico. È abbastanza splatter e per la prima volta vediamo anche scene legate direttamente alle operazioni belliche della II Guerra Mondiale.

Complessivamente, “I Deboli Sono Carne” mi ha dato l’impressione che la stagione sia ormai nel pieno della storia. Finora ogni episodio è stato diverso dai precedenti ma ancora una volta termina con un colpo di scena che avrà certamente conseguenze.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *