Phuwiangvenator yaemniyomi e Vayuraptor nongbualamphuensis erano due lontani parenti del T.rex


Un articolo pubblicato sulla rivista “Acta Palaeontologica Polonica” riporta l’identificazione di due nuove specie di dinosauri che vissero nell’odierna Thailandia, nella formazione Sao Khua, nel periodo Cretaceo inferiore, circa 125 milioni di anni fa. Un team di ricercatori ha chiamato le due specie Phuwiangvenator yaemniyomi e Vayuraptor nongbualamphuensis, classificati nel gruppo dei celurosauri, lontani parenti del T.rex anche se con strutture fisiche più primitive ma sufficienti a rendere anch’essi predatori efficienti.

I celurosauri (Coelurosauria) erano un gruppo di dinosauri teropodi che è stato oggetto di una serie di revisioni nel corso del tempo con la rivalutazione dell’inclusione di vari sottogruppi tra cui gli uccelli e delle parentele tra le specie incluse. Tra le discussioni ci sono quelle sulle parentele con il gruppo Megaraptora e gli autori di questa ricerca lo considerano parte del gruppo più grande dei celurosauri.

L’identificazione di due nuove specie di celurosauri è avvenuta studiando vecchi fossili scoperti nei decenni scorsi nella formazione Sao Kuha, celebre per i tanti ritrovamenti di dinosauri. Si tratta per entrambi gli esemplari di ossa sparse, come evidenziato nell’immagine in basso (Cortesia Adun Samathi/Uni of Bonn. Tutti i diritti riservati) che le mostra in bianco. Si tratta di un problema comune nel campo della paleontologia che soprattutto nel passato rendeva davvero difficile l’identificazione di fossili. Le conoscenze accumulate nel corso dei decenni sono di grande aiuto e permettono di offrire nuove risposte agli esami di vecchi fossili messi da parte tempo fa.

L’esemplare oggi identificato come Phuwiangvenator yaemniyomi venne scoperto nel 1993 e aveva una lunghezza stimata attorno ai 6 metri, circa la metà del suo celebre cugino T.rex ma più antico. L’esemplare oggi identificato come Vayuraptor nongbualamphuensis venne scoperto nel 1988 e aveva una lunghezza stimata attorno ai 4,5 metri. Anch’esso mostra caratteristiche primitive ma i limiti dovuti alle poche ossa disponibili rendono difficile valutare le sue parentele con altri celurosauri. L’immagine in alto (Cortesia Adun Samathi/Uni of Bonn. Tutti i diritti riservati) mostra una ricostruzione artistica di questi due dinosauri. Entrambi erano bipedi ma a differenza del T.rex avevano braccia robuste con lunghi artigli.

Varie caratteristiche del Phuwiangvenator yaemniyomi indicano che si trattasse di un corridore veloce e uno dei primi rappresentanti del gruppo dei Megaraptora. Ciò è interessante perché fossili di dinosauri appartenenti a questo gruppo sono stati scoperti soprattutto in Sud America e Australia ma è possibile che in realtà la loro origine sia stata nell’Asia sud-orientale per poi diffondersi in altri continenti.

Questo studio è basato su poche ossa ma è comunque utile a offrire nuove informazioni sui celurosauri. In realtà ci vorrà probabilmente ben altro per fare chiarezza sulle parentele all’interno di un gruppo così diversificato e sulle loro origini, che potrebbero risalire addirittura al periodo Triassico con uno sviluppo nel Giurassico e il picco di diversificazione nel Cretaceo fino alla grande estinzione alla fine di quel periodo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *