Buon compleanno John Scalzi!

John Scalzi nel 2018
John Scalzi nel 2018

John Michael Scalzi II (foto ©Gage Skidmore) è nato il 10 maggio 1969 a Fairfield, in California, negli U.S.A.

John Scalzi ha cominciato a leggere fantascienza e gialli quand’era ragazzino. Ha preso una laurea in filosofia all’Università di Chicago nel 1991 e mentre era ancora uno studente ha cominciato a lavorare come giornalista. Dopo la laurea ha lavorato per alcuni anni come consulente aziendale e critico cinematografico.

Nel 1995 John Scalzi si è sposato con Kristine Ann Blause e nel 1998 i due hanno avuto la loro unica figlia, Athena.

Nel 1997 John Scalzi ha scritto il suo primo romanzo, “Agent to the Stars”, che ha reso liberamente scaricabile sul suo sito Internet chiedendo una donazione di 1 dollaro a chi lo avesse apprezzato. Nel corso di cinque anni ha ricevuto circa 4.000 dollari di donazioni.

Nel 1998 John Scalzi ha deciso di diventare scrittore a tempo pieno e ha anche aperto un blog perché voleva fare pratica di scrittura nel formato tipico di un giornale o di una rubrica su una rivista. In un’intervista ha dichiarato che voleva scrivere romanzi di un genere che conosceva perciò la sua scelta era tra la fantascienza e i gialli e decise tirando una monetina.

Nel 2002 John Scalzi cominciò a pubblicare il suo romanzo “Morire per vivere” (“Old Man’s War”) sul suo blog, a puntate. Il romanzo è stato pubblicato come libro nel 2005 ed è diventato il primo di una serie che negli anni successivi ha visto la pubblicazione di vari romanzi ma anche alcuni racconti e i due libri finali sono in realtà raccolte di di racconti pubblicati separatamente come opere autonome anche se unite da un filo conduttore.

John Scalzi aveva scelto la fantascienza militare ritenendola vendibile e perché poteva trarre ispirazione da Robert A. Heinlein ma essa non ha monopolizzato il suo lavoro. Nel 2006 ha pubblicato “The Android’s Dream“, in cui si vede in modo particolare l’umorismo che caratterizza le sue opere. Nel 2011 ha pubblicato “Fuzzy Nation“, un reboot de “Il piccolo popolo” (“Little Fuzzy”) di H. Beam Piper. Nel 2012 ha pubblicato “Uomini in rosso” (“Redshirts”), vincitore del premio Hugo come miglior romanzo dell’anno.

Nel 2014 il romanzo breve “Unlocked: An Oral History of Haden’s Syndrome” ha iniziato una nuova serie che è stata sviluppata con il romanzo “Chiusi dentro” (“Lock-in”) dello stesso anno, in cui John Scalzi ha sfruttato anche la sua passione per i gialli dato che si tratta di un giallo fantascientifico. Nel 2018 l’autore ha pubblicato il seguito “Head On”.

Nel 2017 John Scalzi ha iniziato la serie dell’Interdipendenza con il romanzo “Il collasso dell’Impero” (“The Collapsing Empire”). Inizialmente il progetto era di scrivere due romanzi ma alla fine è stato sviluppato come trilogia. Nel 2018 è stato pubblicato il secondo romanzo, “Lo stallo dell’impero” (“The Consuming Fire”).

Nel corso della sua carriera John Scalzi ha esplorato temi molto diversi mostrando una notevole versatilità, tanto che è stato anche consulente nello sviluppo della serie televisiva “Stargate Universe”. È uno scrittore ormai affermato ma sicuramente ha ancora tanto da offrire agli appassionati di fantascienza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *