Il Klobiodon rochei era uno pterosauro britannico del Giurassico

Fossile di Klobiodon rochei (Foto MOS1985)
Fossile di Klobiodon rochei (Foto MOS1985)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Acta Palaeontologica Polonica” riporta la scoperta di una nuova specie di pterosauro. Chiamato Klobiodon rochei dai paleontologi Michael O’Sullivan e David Martill dell’Università britannica di Portsmouth, era uno dei più grandi pterosauri conosciuto nel Giurassico medio con un’apertura alare stimata attorno ai due metri. Nonostante ciò, l’esemplare studiato era stato scambiato per un’altra specie e messo da parte nel XIX secolo finché il suo esame non ha portato alla nuova classificazione.

La formazione Taynton Limestone, conosciuta informalmente anche come Stonesfield Slate, è un deposito britannico di fossili del Giurassico medio dove sono stati scoperti oltre 200 fossili di pterosauri, un gruppo di rettili volanti. Molti fossili erano frammentari, uno dei grossi problemi nel campo della paleontologia, con la conseguenza che spesso sono stati studiati sommariamente e a volte chiusi in qualche magazzino.

Il dottor Michael O’Sullivan ha spiegato che i rettili volanti del Giurassico che vissero nell’odierna Gran Bretagna sono celebrati molto meno di altri organismi dell’epoca di cui sono disponibili fossili in condizioni molto migliori come rettili marini e ammoniti. Gli pterosauri scoperti a Stonesfield Slate sono in uno stato raramente spettacolare ma testimoniano un’epoca dell’evoluzione di questi rettili che è scarsamente rappresentata a livello globale. In sostanza, non si tratta solo della storia britannica ma dell’intera storia degli pterosauri.

Nel XIX secolo, studi basati sui fossili allora disponibili identificarono tre specie classificate nel genere Rhamphocephalus. Un nuovo esame di fossili attribuiti alla specie Rhamphorhynchus depressirostris ha convinto Michael O’Sullivan e David Martill che si trattasse di un’attribuzione errata, dovuta al fatto che ossa di diverse specie erano state mescolate. La mandibila ha mostrato caratteristiche tali che è stata attribuita a un nuovo genere chiamato Klobiodon e a una specie che è stata chiamata Klobiodon rochei.

Questo pterosauro visse in un periodo in cui l’odierna Gran Bretagna era una serie di grandi isole tropicali, in un’epoca in cui tutto il mondo era più caldo rispetto a quello odierno e quindi i livelli dei mari erano più alti. Il Klobiodon rochei aveva grandi denti lunghi fino a 2,6 centimetri, praticamente delle zanne in un’epoca in cui pochi pterosauri avevano i denti.

È capitato più volte che vecchi fossili riservassero sorprese dopo essere stati riesaminati ma questo è un caso piuttosto estremo dato che la nuova classificazione arriva 140 anni dopo la prima volta in cui sono stati menzionati. Il dottor Michael O’Sullivan li stava studiando per i suoi studi di dottorato quando si è reso conto che si trattava di specie diverse messe assieme. Si tratta di un’ulteriore dimostrazione che nel campo della paleontologia le varie conoscenze accumulate nel corso del tempo possono portare a una miglior comprensione di vecchi fossili.

Ricostruzione di Klobiodon rochei (Immagine cortesia Mark Witton. Tutti i diritti riservati)
Ricostruzione di Klobiodon rochei (Immagine cortesia Mark Witton. Tutti i diritti riservati)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *