La Lisowicia bojani è un cugino dei mammiferi che visse oltre 200 milioni di anni fa

Scheletro di Lisowicia bojani (Immagine cortesia Tomasz Sulej)
Scheletro di Lisowicia bojani (Immagine cortesia Tomasz Sulej)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Science” riporta la descrizione della Lisowicia bojani, un animale appartenente al gruppo dei dicinodonti che visse nell’attuale Polonia nel periodo Triassico Superiore. Tomasz Sulej dell’Istituto di Paleobiologia dell’Accademia polacca delle scienze e Grzegorz Niedzwiedzki del Dipartimento di Biologia Organismica dell’Università svedese di Uppsala hanno studiato quest’animale che aveva le dimensioni di un elefante e contraddice l’idea che all’epoca i grossi erbivori fossero tutti dinosauri.

I due ricercatori riportarono la scoperta assieme al loro collega Jerzy Dzik, anch’egli dell’Istituto di Paleobiologia dell’Accademia polacca delle scienze, nel 2008 in un articolo pubblicato sulla rivista “Acta Palaeontologica Polonica”. A partire dal 2005, in un sito vicino alla città polacca di Lisowice vennero trovati molti fossili di flora e fauna del Triassico Superiore e precisamente tra 205 e 210 milioni di anni fa. Essi includevano molte specie già conosciute ma anche un centinaio d’ossa disarticolate che appartenevano a una specie di dicinodonti che ricevette un nome in onore della città.

I dicinodonti (Dicynodontia) costituscono un sottordine dei terapsidi, il grande gruppo che include anche i mammiferi, che emerse nel periodo Permiano, quindi nell’era Paleozoica. Essi sopravvissero alla devastante estinzione di massa alla fine di quel periodo ma Grzegorz Niedzwiedzki ha fatto notare che i paleontologi ritenevano che nel Triassico i mammiferi e i loro parenti, inclusi i dicinodonti, cominciarono a vivere all’ombra dei dinosauri. La scoperta di una specie di erbivori che potevano superare i 4,5 metri di lunghezza, i 2,6 metri di altezza e le 9 tonnellate di peso contraddice quell’idea.

Tomasz Sulej ha fatto notare che la scoperta di questo nuovo dicinodonte cambia le idee dei paleontologi riguardo all’ultima parte della storia di questo gruppo di animali imparentati con i mammiferi. la Lisowice bojani è il dicinodonte più giovane e il più grosso tetrapode che non sia un dinosauro risalente al Triassico conosciuto. La sua scoperta porta i paleontologi a chiedersi come mai divenne così grande, una domanda che può estendersi ai dinosauri. Quali caratteristiche ambientali hanno permesso quella crescita della loro stazza?

Dinosauri e dicinodonti vissero nello stesso periodo ma non ci sono prove che vissero nello stesso habitat. Ciò significa che il gigantismo emerse in diversi ecosistemi e in diversi momenti, visto che la Lisowicia bojani potrebbe essere stata l’ultimo dicinodonte gigante mentre i dinosauri cominciarono ad aumentare le loro dimensioni in quel periodo. Ciò rende la scoperta di questa specie particolarmente interessante pensando anche che i loro cugini mammiferi crebbero a quei livelli solo nell’Eocene, molti milioni di anni dopo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *