La scoperta del Lingwulong shenqi mostra che 174 milioni di anni fa c’erano già dinosauri erbivori giganti nell’odierna Cina

Silhouette e ossa di Lingwulong shenqi
Silhouette e ossa di Lingwulong shenqi

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature Communications” descrive l’identificazione di una nuova specie di dinosauro sauropode che visse nell’odierna Cina nel periodo Giurassico, circa 174 milioni di anni fa. Chiamato Lingwulong shenqi, quest’animale è stato classificato nella superfamiglia dei diplodocoidei dai ricercatori che hanno studiato gli scheletri parziali di diversi individui trovati assieme nel 2005. Questa scoperta indica che questi dinosauri vivevano nell’attuale Asia orientale prima che la Pangea si frammentasse, arrivandovi almeno 15 milioni di anni prima di quanto si pensasse.

I diplodocoidei (Diplodocoidea) erano dinosauri erbivori di grandi dimensioni. Questa superfamiglia include alcune delle specie più iconiche come il brontosauro, che faceva parte della famiglia dei diplodocidi (Diplodocidae), che aveva tra le sue caratteristiche il lungo collo. Tuttavia, un’altra famiglia, quella dei dicreosauridi (Dicraeosauridae), aveva invece un collo meno lungo rispetto a quello dei cugini e il Lingwulong shenqi è stato classificato al suo interno.

Nel 2005, nella formazione Yanan nella Cina nord-occidentale vennero scoperti i resti fossili di un gruppo di dinosauri sauropodi di varie età, dai cuccioli agli adulti. Gli scheletri sono tutti parziali ma mettendo assieme le varie ossa è stato possibile ricostruire l’aspetto di questi animali, che potevano raggiungere una lunghezza attorno ai 15 metri.

L’immagine in alto (Xu et al, doi: 10.1038/s41467-018-05128-1) mostra una silhouette dello scheletro di Lingwulong shenqi dove le ossa disponibili sono in bianco e attorno ad essa immagini di alcune ossa disponibili. L’immagine in basso (cortesia Zhang Zongda) mostra una rappresentazione artistica del possibile aspetto di quest’animale.

La datazione dei fossili di quello che è stato chiamato Lingwulong shenqi indica che gli esemplari scoperti vissero circa 174 milioni di anni fa, quando tutti i continenti attuali erano ancora riuniti nella Pangea. Ricostruzioni della diffusione e diversificazione dei dinosauri sauropodi suggeriva che avessero avuto origine circa 200 milioni di anni fa. Tuttavia, un gruppo chiamato neosauropodi sembrava aver avuto origine ben più tardi, circa 160 milioni di anni fa, per diffondersi in vari continenti verso la fine del Giurassico fino a raggiungere l’attuale Asia orientale.

I neosauropodi (Neosauropoda) includono i diplodocoidei e un’altra famiglia, i macronaria, e finora erano stati trovati fossili di età inferiore ai 160 milioni di anni in vari continenti ma non in Asia. La scoperta del Lingwulong shenqi mostra che 174 milioni di anni fa la loro diffusione e diversificazione aveva già raggiunto livelli importanti.

Il dottor Xing Xu dell’Accademia delle Scienze cinese, tra gli autori di questo studio, ha spiegato che i paleontologi pensavano che i neosauropodi non avessero raggiunto l’Asia orientale perché era stata separata dal resto del mondo durante il periodo Giurassico. La scoperta del Lingwulong shenqi dimostra il contrario e l’implicazione è che l’isolamento di quella regione fosse meno profondo di quanto si pensasse.

Ancora una volta la Cina è al centro di una scoperta molto interessante nel campo della paleontologia. Gli anni trascorsi tra la scoperta dei fossili di Lingwulong shenqi e il loro studio adeguato mostrano come a volte i tempi di queste ricerche siano davvero lunghi ma alla fine, a volte anche grazie a tecnologie moderne, ci possono essere progressi importanti nella ricostruzione della storia di un intero gruppo di organismi.

Rappresentazione artistica di Lingwulong shenqi
Rappresentazione artistica di Lingwulong shenqi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *