June 2018

Harlan Ellison alla Minicon 41 nel 2006 (foto ©David Dyer-Bennet)

È arrivata la notizia della morte dello scrittore e sceneggiatore Harlan Ellison: le cause non sono state comunicate, solo che è morto ieri nel sonno.

Il carattere di Harlan Ellison non era certo facile ma dietro le sue diatribe c’era un artista che ha lavorato in vari modi, a volte non facili da notare immediatamente. Ha scritto pochissimi romanzi perciò la sua visibilità è stata sempre inferiore rispetto a quella di tanti colleghi e il fatto che sia comunque diventato famoso e che sia apprezzato per il coraggio delle sue opere dice molto sulla sua importanza nel campo della fantascienza.

Doctor Who - The Underwater Menace

“The Underwater Menace” è un’avventura della quarta stagione della serie classica di “Doctor Who” trasmessa nel 1967. È composta da quattro parti, scritta da Geoffrey Orme e diretta da Julia Smith.

Il Tardis si materializza sulla Terra e il Secondo Dottore (Patrick Troughton), Jamie (Frazer Hines), Ben (Michael Craze) e Polly (Anneke Wills) escono a esplorare quella che sembra un’isola vulcanica deserta. Le grotte vicine sono però abitate e i viaggiatori vengono subito catturati.

Gli abitanti locali sono i superstiti di Atlantide e il loro gran sacerdote decide di sacrificare i viaggiatori al loro dio Amdo. Ricevono un ultimo pasto ma il Dottore si rende conto che dev’essere stato preparato dal Professor Zaroff, uno scienziato di cui si erano perse le tracce. In realtà, Zaroff sta lavorando a un piano che può avere conseguenze terribili per tutto il mondo.

Ancillary Justice - La vendetta di Breq di Ann Leckie (edizione britannica)

Il romanzo “Ancillary Justice – La vendetta di Breq” (“Ancillary Justice”) di Ann Leckie è stato pubblicato per la prima volta nel 2013. È il primo libro della serie Imperial Radch. Ha vinto i premi Hugo, Nebula, Arthur C. Clarke, BSFA, Locus e Seiun come miglior romanzo dell’anno e il Kitschies Golden Tentacle come miglior romanzo d’esordio dell’anno. In Italia è stato pubblicato da Fanucci in “Collezione Fantasy” nella traduzione di M. Diari.

Breq sta portando avanti il suo piano da ormai quasi vent’anni quando si imbatte in Seivarden Vendaai, un ufficiale Radchaai che conosceva un millennio prima, riversa nella neve. Non è compito suo prendersene cura ma decide comunque di soccorrerla e finisce per portarla con sé nel suo viaggio di ritorno nel Radch coinvolgendola nella sua ricerca di giustizia.

L’astronave Justice of Toren fa parte della flotta Radch in orbita attorno al pianeta Shis’urna nel corso delle operazioni connesse alla sua annessione all’impero Radchaai. C’è una resistenza locale solo di nome ma Anaander Mianaai, il Signore del Radch, sta portando avanti uno scontro di potere con se stessa con la conseguenza che molti membri della flotta, sia umani che astronavi con le loro ancelle, vengono prese in mezzo ad esso.

Evan Rachel Wood nel 2017

Il 24 giugno (il 25 giugno in Italia) è terminata la seconda stagione della serie “Westworld – Dove tutto è concesso”.

La serie è ispirata al film “Il mondo dei robot” (“Westworld”) del 1973, scritto e diretto da Michael Crichton. La storia era basata sul tema già classico allora della macchina che si ribella agli esseri umani, in questo caso in un parco dei divertimenti futuristico. Nel film, all’origine della ribellione c’erano vaghe informazioni riguardanti un malfunzionamento con la possibile presenza di un virus, nella serie la questione è molto più complessa, legata all’autocoscienza nei robot.

Allonnia Nuda (Immagine cortesia Derek Siveter/Tom Harvey/Peiyun Cong)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences” descrive la scoperta di un organismo che mostra similitudini con le spugne risalente a oltre mezzo miliardo di anni fa che è stato chiamato Allonnia nuda. Un team di ricercatori ha esaminato i fossili scoperti in Cina e l’ha classificato all’interno della famiglia Chancelloriidae, di cui le parentele con altri animali è in controversa.