The Terror – Pietà

Il Stephan Stanley (Alistair Petrie) in Pietà (Immagine cortesia AMC Studios / Amazon. Tutti i diritti riservati)
Il Stephan Stanley (Alistair Petrie) in Pietà (Immagine cortesia AMC Studios / Amazon. Tutti i diritti riservati)

“Pietà” (“A Mercy”) è il sesto episodio della serie “The Terror”, un adattamento del romanzo “La scomparsa dell’Erebus” (“The Terror”) di Dan Simmons, e segue “Primo colpo vincente, ragazzi“.

Nota. Quest’articolo contiene spoiler su “Pietà”.

Il Capitano James Fitzjames (Tobias Menzies) vuole abbandonare la Erebus e la Terror assieme a tutti i sopravvissuti per tentare di raggiungere la salvezza a piedi. Per cercare di migliorare il morale degli uomini, decide di tenere una festa in maschera sul ghiaccio. Il dottor Henry Goodsir (Paul Ready) trova ulteriori prove che tutti rischiano l’avvelenamento da piombo ma il dottor Stephan Stanley (Alistair Petrie) non sembra prestargli attenzione.

In “Pietà” l’attenzione sembra tornare pienamente ai pericoli naturali e ai demoni personali mentre la minaccia della creatura Tuunbaq viene momentaneamente messa da parte. In “The Terror” l’elemento soprannaturale è stato finora un contorno al dramma storico e in quest’episodio è incluso solo in connessione a Lady Silence (Nive Nielsen) confermandoci che è necessario che la donna sostituisca pienamente suo padre come sciamana.

Il Capitano Francis Crozier (Jared Harris) è in crisi di astinenza e Thomas Jopson (Liam Garrigan) deve prendersi cura di lui, uno dei pochi momenti di luce in un episodio dai toni molto cupi non solo a causa della notte artica ma proprio da un punto di vista umano. Il Capitano James Fitzjames si rende conto che la situazione sta diventando sempre più difficile e ritiene che sia giunto il momento di abbandonare le navi ma prima organizza una festa.

Tobias Menzies è uno degli attori che hanno fatto parte del cast della serie “Roma”, nel suo caso nel ruolo di Bruto, perciò il fatto che si vesta da legionario romano è una strizzata d’occhio agli spettatori. Ci sta in una festa che risulta piuttosto surreale in cui gli uomini cercano di dimenticare per qualche ora la morte che aleggia su di loro e si danno a balli da ubriachi.

Il sole che sorge nel finale di “Pietà” è per certi versi una beffa visto che fa luce sui tragici eventi che chiudono la festa. L’oscurità interiore rischia di essere più nera che mai nonostante l’intervento del Capitano Crozier in seguito a colpi di scena che portano ulteriore morte e distruzione. In sostanza, quando l’elemento di horror soprannaturale è sullo sfondo c’è quello di horror psicologico che diventa importante.

“The Terror” è soprattutto un dramma storico che riguarda una spedizione che ha fatto una fine tragica e inizialmente il dubbio era sulla causa della morte degli equipaggi delle due navi. Ora invece il dubbio è su quale delle possibili cause li ucciderà prima perché sembrano tutte plausibili e le morti avvenute finora sono dovute un po’ a tutte.

“Pietà” è un episodio ben costruito e ben recitato che rappresenta un momento di svolta nella serie. Dopo quegli eventi la situazione per i sopravvissuti diventa molto più difficile.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *