The Terror – Primo colpo vincente, ragazzi

Il dottor Henry Goodsir (Paul Ready) in Primo colpo vincente, ragazzi (Immagine cortesia AMC Studios / Amazon. Tutti i diritti riservati)
Il dottor Henry Goodsir (Paul Ready) in Primo colpo vincente, ragazzi (Immagine cortesia AMC Studios / Amazon. Tutti i diritti riservati)

“Primo colpo vincente, ragazzi” (“First Shot a Winner, Lads”) è il quinto episodio della serie “The Terror”, un adattamento del romanzo “La scomparsa dell’Erebus” (“The Terror”) di Dan Simmons, e segue “Punito come un mozzo“.

Nota. Quest’articolo contiene spoiler su “Primo colpo vincente, ragazzi”.

Il dottor Henry Goodsir (Paul Ready) cerca di imparare la lingua Inuit da Lady Silence (Nive Nielsen) per ottenere informazioni sulla creatura che sta lentamente uccidendo l’equipaggio ma alla fine lui e alcuni ufficiali riescono solo a ottenere un nome, Tuunbaq. Il Capitano Francis Crozier (Jared Harris) sembra più interessato a quanto whiskey è rimasto da bere.

In “Primo colpo vincente, ragazzi” le minacce naturali si mescolano a quelle che arrivano dalla creatura chiamata Tuunbaq, che lo scrittore Dan Simmons ha creato ispirandosi liberamente al mostro di una reale leggenda Inuit. Il rapporto tra Tuunbaq e Lady Silence non è chiaro ma la connessione è innegabile e parte dell’equipaggio continua a sospettare che la donna sia in combutta con la creatura.

L’episodio sembra voler offrire agli spettatori indizi riguardanti le varie ipotesi fatte nel corso degli anni sui motivi del fallimento della vera spedizione Franklin. Vengono quindi mostrati un marinaio al quale vengono amputate un paio di dita di un piede perché congelate e le indagini di Henry Goodsir sui possibili problemi con il cibo.

I riferimenti al fatto che una parte delle scatolette è difettosa erano stati fatto nel corso degli episodi, in “Primo colpo vincente, ragazzi” viene aggiunta la scoperta di sintomi che suggeriscono un possibile avvelenamento da piombo. Il dottor Stephan S. Stanley (Alistair Petrie), l’ufficiale medico capo della spedizione, non considera Goodsir un vero dottore eppure è quello che compie le indagini mediche più approfondite.

La situazione ha conseguenze sul Capitano Francis Crozier. I primi episodi hanno mostrato le personalità dei protagonisti e i rapporti tra di loro, spesso complessi se non conflittuali. Ora lo stato in cui si trovano li porta a certe reazioni, che nel caso di Crozier è la ricerca di alcolici, preferibilmente whiskey.

Negli episodi precedenti tra i dettagli a cui prestare attenzione c’erano alcuni riferimenti all’amore di Crozier per la bottiglia, ora per lui sembra l’unica medicina per contrastare l’umore creato dal fatto di trovarsi in una situazione per una serie di motivi non dipendenti da lui. Ovviamente il risultato è tutt’altro che positivo causandogli solo uno stato di intossicazione.

La complessità dei personaggi si sta confermando uno dei punti di forza di “The Terror”. Tutti i protagonisti hanno punti di forza e debolezze, che mostrano a seconda della situazione, e in generale sono molto umani. In una serie televisiva può essere difficile sviluppare adeguatamente la psicologia dei personaggi ma in questo caso in generale le loro motivazioni sono comprensibili.

A metà stagione, il senso di tensione e minaccia che ha riempito i primi episodi si sta trasformando in terrore vero e proprio. “The Terror” continua a non essere basata sull’azione ma l’insensità sembra crescere in una serie di eventi che a volte sono frenetici in una spedizione sull’orlo della catastrofe.



1 Comment


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *