The Terror – La Scala La Salita

Lady Silence (Nive Nielsen) ne La Scala La Salita (Immagine cortesia AMC Studios / Amazon. Tutti i diritti riservati)
Lady Silence (Nive Nielsen) ne La Scala La Salita (Immagine cortesia AMC Studios / Amazon. Tutti i diritti riservati)

“La Scala La Salita” (“The Ladder”) è il terzo episodio della serie “The Terror”, un adattamento del romanzo “La scomparsa dell’Erebus” (“The Terror”) di Dan Simmons, e segue “Gore“.

Nota. Quest’articolo contiene spoiler su “La Scala La Salita”.

Il Capitano John Franklin (Ciarán Hinds) e il Capitano Francis Crozier (Jared Harris) si confrontano riguardo alle azioni da intraprendere per salvare la spedizione. Le loro idee sono contrastanti ma ben presto quei disaccordi diventano l’ultimo dei problemi.

“La Scala La Salita” è un episodio basato soprattutto sui contrasti personali, in particolare tra i due Capitani. Non solo da questo punto di vista continua lo sviluppo della trama dei primi due episodi come ci si aspetta in un arco narrativo molto serializzato. Ci sono salti in avanti nel tempo ma c’è anche una forte continuità nella narrazione.

Il Capitano John Franklin ha sempre mantenuto un forte ottimismo riguardo alle possibilità di successo della spedizione anche nel corso dell’inverno 1846-1847. Il Capitano Francis Crozier invece manifesta i suoi timori e praticamente implora il comandante della spedizione di inviare una squadra alla ricerca di soccorsi. Crozier è un veterano delle spedizioni artiche ma Franklin non vuole mostrare segni di debolezza e continua a essere fiducioso nel successo, per la gloria dell’Impero Britannico e ovviamente anche la sua.

Ben più in basso nella gerarchia, c’è un contrasto tra Cornelius Hickey e William Gibson, che erano stati colti letteralmente con i pantaloni abbassati. La loro storia ci ricorda come fosse vista l’omosessualità nel XIX secolo e quanto fosse severa la disciplina per i marinai.

Non è esattamente la quiete prima della tempesta ma per buona parte di quest’episodio il senso di minaccia sembra più vago rispetto al precedente. Alcuni momenti legati in particolare al dottor Henry Goodsir sono perfino buffi per certi suoi comportamenti impacciati. C’è un ulteriore accenno al fatto che una parte del cibo in scatola è marcio ma non c’è una chiara percezione di un rischio per gli equipaggi di soffrire la fame.

Il contrasto con un ritmo più lento che mai rende ancor più intensi gli eventi dell’ultima parte dell’episodio. Anche gli sviluppi legati alla ragazza Inuit soprannominata Lady Silence (Nive Nielsen) mostrano che l’elemento horror comincia a diventare davvero importante dopo aver avuto solo alcuni brevi momenti in una trama che era concentrata sul dramma storico.

È sempre più chiaro che i dettagli sono importanti per apprezzare pienamente gli sviluppi della trama di “The Terror”. È una serie sofisticata che sta portando sullo schermo davvero bene il romanzo offrendo anche un’ottima resa visiva.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *