The Terror – Gore

Il Capitano Francis Crozier (Jared Harris) in Gore (Immagine cortesia AMC Studios / Amazon. Tutti i diritti riservati)
Il Capitano Francis Crozier (Jared Harris) in Gore (Immagine cortesia AMC Studios / Amazon. Tutti i diritti riservati)

“Gore” (“Gore”) è il secondo episodio della serie “The Terror”, un adattamento del romanzo “La scomparsa dell’Erebus” (“The Terror”) di Dan Simmons, e segue “Tutto per tutto“.

Nota. Quest’articolo contiene spoiler su “Gore”.

Gli equipaggi delle navi britanniche HMS Erebus e HMS Terror hanno trascorso un inverno bloccate nei ghiacci artici. Quando arriva la bella stagione, il Capitano John Franklin (Ciarán Hinds) invia squadre in avanscoperta nella speranza di trovare acque libere dai ghiacci. Una delle squadre incontra ben altro.

Per lanciare la serie “The Terror”, AMC ha trasmesso i primi due episodi in due sere consecutive. Ciò ha permesso agli spettatori di vedere subito l’inizio della parte importante della trama, alla fine dell’inverno trascorso dai membri della spedizione di Franklin nei ghiacci artici.

Ancor più che nel primo episodio, in “Gore” c’è la percezione della precarierà della situazione della spedizione. A bordo delle navi i motori a vapore vengono usati come sistema di riscaldamento ma tutt’attorno c’è solo ghiaccio e gli spettatori possono quasi percepire fisicamente il freddo artico.

È aumentata anche la percezione degli altri possibili pericoli. C’è un primo accenno al cibo marcito da parte dell’ufficiale che ha comandato una delle squadre e ciò si lega a una delle teorie riguardanti le cause della tragedia che colpì la spedizione. All’epoca la tecnologia per produrre cibo in scatola era tutt’altro che perfetta con il risultato che una scatola poteva non essere ben sigillata facendo marcire il cibo contenuto.

Un ulteriore pericolo viene presentato quando una delle squadre viene attaccata da quello che sembra un gigantesco orso polare. In questa parte iniziale la ricostruzione storica è stata quasi esclusiva, lasciando quasi nulla all’elemento horror del romanzo di Dan Simmons ma la creatura non è stata vista nei dettagli.

Da questo punto di vista il senso di minaccia è più che altro riportato dalla donna Inuit incontrata dalla squadra in un incidente in cui il padre viene ucciso per errore. In sostanza, in questi primi due episodi i pericoli sono quelli che una spedizione con le risorse disponibile alla metà del XIX secolo poteva correre nei ghiacci artici.

La tensione deriva solo in minima parte da momenti violenti ma soprattutto dal continuo senso di pericolo. Almeno per ora questa non è una storia d’azione e il ritmo tende a essere lento. Ciò permette anche lo sviluppo dei personaggi: le conversazioni tra il Capitano John Franklin e il Capitano Francis Crozier (Jared Harris) mostrano vari tratti delle loro personalità attraverso le loro differenze. Pian piano anche altri personaggi importanti cominciano a essere sviluppati.

La mia impressione è di nuovo positiva, con una produzione di alto livello e attori che stanno rivelando i loro personaggi attraverso sfumature delle loro espressioni facciali e vocali. Per il momento probabilmente gli appassionati di drammi storici sono i più soddisfatti rispetto a quelli dei generi fantasy e horror ma per ora vale la pena di guardare “The Terror” a prescindere dall’etichetta di genere.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *