Braccati di Eleonora Pescarolo

Braccati di Eleonora Pescarolo
Braccati di Eleonora Pescarolo

Il romanzo “Braccati” di Eleonora Pescarolo è stato pubblicato per la prima volta nel 2017 da Adiaphora Edizioni. È il primo libro della serie Cherry Fox.

Ireen Devar, bashara, ex schiava, contrabbandiera. Assieme al suo copilota Korrar Tammon compie le sue operazioni non proprio pulite con l’astronave Ruvak cercando di mantenere un basso profilo. Riuscirci è particolarmente difficile quando si finisce al centro della ricerca della Sirena di Jannar, un cristallo di origini sconosciute sul quale si raccontano molte leggende che rendono arduo capire cosa vi sia di vero.

La situazione per Ireen Devar e Korrar Tammon diventa più complicata e soprattutto pericolosa quando viene coinvolta Calhar Redna, una cacciatrice di schiavi che non vede l’ora di mettere le mani sulla bashara. Per salvarsi, Ireen dovrà cercare di capire i segreti della Sirena di Jannar ma anche quelli di Nouv’al, una strana ragazza che appartiene a una delle varie specie umanoidi conosciute.

“Braccati” è una space opera molto classica ambientata in un futuro in cui gli esseri umani si sono espansi nello spazio, dove hanno incontrato altre specie simili, tanto che spesso possono incrociarsi. Tra queste specie ci sono i bashara, a cui appartiene la protagonista Ireen Devar.

Nonostante sia lontano secoli da noi, questo futuro è facilmente comprensibile, anche perché le varie specie sembrano molto simili fisicamente e dal punto di vista di emozioni e sentimenti. In sostanza, il lettore si trova catapultato in eventi che può capire facilmente senza bisogno di tante spiegazioni.

Questa scelta permette a Eleonora Pescarolo di dedicarsi alla trama, piuttosto lineare e molto avventurosa, incentrata attorno al mistero della leggendaria Sirena di Jannar e a quello della giovane Nouv’al. Il romanzo è piuttosto breve per gli standard odierni, anche in questo caso riprendendo le caratteristiche della space opera classica, con uno sviluppo basato soprattutto su tanta azione mescolata a sense-of-wonder.

Gli eventi legati ai misteri alla base della trama sono fonte di una serie di colpi di scena. Il ritmo è frenetico e non è sorprendente che Ireen Devar sia costantemente sotto un forte stress e sia sempre sul punto di esplodere. Il romanzo è troppo breve per sviluppare tutti i personaggi significativi e solo la protagonista ha una una personalità ben definita assieme a cenni sulla sua storia personale che aiutano a capirne le motivazioni e allo stesso tempo a sottolineare il pericolo in cui si trova.

L’universo narrativo in cui è ambientata la serie Cherry Fox sembra davvero spietato, con tecnologie che permettono viaggi interstellari ma allo stesso tempo arretrato dal punto di vista sociale dato che esiste la schiavitù. In questa situazione, i tradimenti sono all’ordine del giorno, anche da parte di quelli che sembravano amici.

È già uscito anche “Verso Jannar”, un racconto che fa da prequel a “Braccati” in vendita solo sul sito della Adiaphora Edizioni. Il racconto non è indispensabile per capire gli eventi del romanzo ma offre qualche informazione in più su di essi, sui protagonisti e sulla Sirena di Jannar.

“Braccati” non ha un vero finale perché si tratta del primo libro di una storia più grande che continuerà nei libri successivi della serie Cherry Fox. Lo consiglio in particolare agli amanti della space opera classica.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *