Star Trek: Discovery – Vostro malgrado

Sylvia Tilly (Mary Wiseman), Gabriel Lorca (Jason Isaacs) e Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) in Vostro malgrado (Immagine cortesia CBS / Netflix)
Sylvia Tilly (Mary Wiseman), Gabriel Lorca (Jason Isaacs) e Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) in Vostro malgrado (Immagine cortesia CBS / Netflix)

“Vostro malgrado” (“Despite Yourself”) è il decimo episodio della serie “Star Trek: Discovery” e segue “Nella foresta mi addentro“.

Nota. Quest’articolo contiene spoiler su “Vostro malgrado”.

Mentre la USS Discovery è finita in universo parallelo con la necessità di stabilire rapidamente chi siano gli amici e chi i nemici, Ash Tyler (Shazad Latif) affronta L’Rell (Mary Chieffo) per capire cosa gli sia successo durante quello che ricorda come il periodo trascorso in una prigione Klingon.

Il decimo episodio, il primo del 2018, è stato diretto da Jonathan Frakes, noto per aver interpretato il comandante William Riker e occasionalmente il suo “gemello” Thomas Riker. La prima parte della stagione era terminata con più dubbi che certezze su questa serie, la seconda parte inizia con la USS Discovery finita in quello che sembra proprio l’universo dello specchio.

Nelle serie precedenti ci sono stati vari episodi importanti ambientati nell’universo dello specchio, nel caso di “Star Trek: Enterprise” forse i migliori di una serie troppo spesso molto mediocre. In “Vostro malgrado” c’è una buona tensione derivante dai pericoli che i protagonisti corrono sia individualmente in un universo in cui gli umani fanno carriera uccidendo i propri superiori che come equipaggio per il pericolo di essere scoperti.

In “Vostro malgrado” continua anche la sottotrama riguardante Ash Tyler aggiungendo indizi che confermano la teoria che in realtà lui sia Voq. A questo punto, il vero dubbio sembra quello creato dalla reazione di L’Rell al comportamento di Tyler, che fa pensare che qualcosa sia andato storto nell’impianto della personalità umana. Più la sua identità viene messa in dubbio più Tyler sembra intenzionato a proteggere Michael Burnham (Sonequa Martin-Green).

Che la storia di Ash Tyler sia ancora da sviluppare è confermato anche dall’uccisione del dottor Hugh Culber (Wilson Cruz). Si tratta di un evento non facile da gestire, anche perché più volte in altre serie la morte di un personaggio gay ha portato a proteste da parte della comunità LGBT.

Mi è piaciuto il fatto che la USS Discovery non sia tornata nel proprio universo alla fine dell’episodio. Troppo spesso trame interessanti vengono concluse frettolosamente sprecandone il potenziale, stavolta almeno c’è la speranza che riescano a costruire qualcosa di buono. I colpi di scena non sono stati esattamente grandi sorprese ma sembra che in “Star Trek: Discovery” gli autori fatichino a trovare qualcosa di sorprendente, tuttavia questa ripresa della serie mi è sembrata almeno piacevole.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *