September 2, 2017

Galassie fotografate grazie a lenti gravitazionali (Immagine Yashar Hezaveh/Laurence Perreault Levasseur/Phil Marshall/Stanford/SLAC National Accelerator Laboratory; NASA/ESA)

Un articolo pubblicato sulla rivista “Nature” descrive l’applicazione di reti neurali alle lenti gravitazionali. Un team di ricercatori ha ridotto da qualche settimana a pochi secondi il tempo necessario ad analizzare le complesse distorsioni spaziali in immagini catturate grazie a lenti gravitazionali. Ciò potrebbe facilitare enormemente questo tipo di lavoro con grandi vantaggi per molte ricerche astronomiche.