Una nuova serie televisiva di Star Trek annunciata per il 2017

Alex Kurtzman alla San Diego Comic Con International del 2014
Alex Kurtzman alla San Diego Comic Con International del 2014

La CBS ha annunciato ufficialmente il lancio di una nuova serie televisiva di Star Trek che debutterà nel gennaio 2017. Una particolarità è che è prevista un’anteprima in televisione ma poi negli USA la serie sarà disponibile esclusivamente su CBS All Access, il servizio di video on demand e in diretta che permette di vedere a pagamento programmi in streaming mentre all’estero verrà distribuita su varie piattaforme. La notizia è stata accolta dai fan di Star Trek con eccitazione ma anche timori.

CBS intende usare la nuova serie di Star Trek per promuovere il suo servizio CBS All Access, che già offre le precedenti serie della saga. Le notizie sulla nuova produzione sono davvero scarse perché il comunicato stampa dice solo che ci saranno nuovi personaggi. Ciò che da subito ha fatto discutere è il fatto che il produttore esecutivo della nuova serie sarà Alex Kurtzman (foto ©Gage Skidmore), già nello staff di produzione e sceneggiatura dei film del reboot.

Chiarisco subito la mia opinione sul reboot: mi ha fatto schifo! Considero i film di J.J. Abrams una scadente parodia di Star Trek che ha trasformato una saga diventata celebre per i temi importanti trattati in un’avventuretta di basso livello. In particolare i personaggi sono ridicoli confrontati con gli originali, soprattutto Spock, ridotto a un mammone che passa il tempo a fare lingua-in-bocca con Uhura.

In realtà, i problemi di Star Trek sono cominciati con le ultime serie televisive, Voyager ed Enterprise, che andavano stancamente dove tutti erano già arrivati prima. Il reboot è stato solo un modo per sfruttare ancora la fama della saga con storie superficiali e un grande uso di lens flare. Dobbiamo aspettarci questo schifo anche nella nuova serie?

Alex Kurtzman è stato anche produttore esecutivo di Fringe, anche in questo caso un prodotto creato assieme a J.J. Abrams, perciò sembra capace di creare anche serie di qualità. Film e serie televisive sono prodotti molto diversi perciò possiamo sperare che Kurtzman si ispiri alle prime serie di Star Trek per quanto riguarda i temi. Il comunicato stampa effettivamente menziona l’esplorazione di temi che hanno caratterizzato la franchigia fin dall’inizio.

Nel 2016 ci sarà il 50° anniversario della serie originale di Star Trek ed è chiara l’intenzione di sfruttare le celebrazioni per lanciare la nuova serie. La cosa che mi fa sperare è che sembra esserci una particolare attenzione per i fan della saga e molti di noi hanno criticato pesantemente le ultime serie e il reboot. Star Trek ha senso se va là dove nessuno è mai giunto prima, spero che Alex Kurtzman se ne ricordi.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *