I lupi possono essere più tolleranti dei cani

Lupo grigio europeo
Lupo grigio europeo

Un articolo pubblicato sulla rivista “Proceedings of the Royal Society B” illustra una ricerca che ribalta il luogo comune secondo il quale i lupi (foto ©Katerina Hlavata) sono aggressivi mentre i cani sono tolleranti. Friederike Range, Caroline Ritter e Zsófia Virányi del Messerli Research Institute dell’Università austriaca di Vienna hanno condotto dei test su cani “meticci” e lupi allevandoli nelle medesime condizioni. La conclusione è che i cani hanno differenze più marcate all’interno della loro gerarchia e sono meno tolleranti dei lupi verso i loro simili.

L’idea generalmente accettata è che migliaia di anni fa dei lupi più docili della media abbiano cominciato a essere addomesticati dagli esseri umani diventando cani dopo generazioni di riproduzione controllata. Tuttavia, secondo questa ricerca, le cose potrebbero essere andate un po’ diversamente e ciò che molte persone pensano dei lupi potrebbe essere errato.

In uno dei test della tolleranza di lupi e cani verso i loro simili, le ricercatrici hanno fornito cibo a coppie composte da un animale di rango elevato nel branco e uno di basso rango. Il risultato è che nella coppia di cani, quello di basso rango subiva l’aggressività di quello di alto rango, che voleva mangiare quanto voleva. Tra i lupi invece quello di basso rango non subiva la gerarchia e allo stesso tempo quello di alto rango era più propenso a condividere il cibo.

Sia tra cani che lupi non è stata riscontrata molta aggressività ma ci sono stati segni di minaccia. La differenza fondamentale è che i cani di basso rango sono sottomessi perciò non provano a sfidare quelli di alto rango neppure quando si tratta di ottenere una parte del cibo.

È possibile che i lupi che vennero addomesticati dagli esseri umani non fossero i più docili bensì i più sottomessi. Essi avevano accettato gli esseri umani come capibranco e ciò significa che mangiavano ciò che veniva loro offerto senza provare a ottenerne di più. Una situazione del genere poteva andar bene per gli umani, i quali avevano trovato buoni compagni di caccia che non avevano tante pretese per il cibo.

Almeno una parte di questa differenza può essere spiegata dalla diversa struttura dei branchi di cani selvatici e di lupi. I cani selvatici tendono a formare branchi dove non ci sono parentele tra gli individui mentre i branchi di lupi generalmente tendono a essere una famiglia. I lupi sono generalmente più generosi perché di solito vivono con i loro parenti.

I lupi tendono a collaborare con gli altri membri del branco, anche quelli di basso rango. La loro aggressività di solito si manifesta solo con estranei, che possono essere anche altri branchi quando vengono percepiti come nemici. Tuttavia, anche nella ricerca del cibo vari studi mostrano che i lupi preferiscono andare a pesca piuttosto che dare la caccia a qualche animale.

Certe idee sono probabilmente dovute al fatto che i cani sono stati selezionati per vivere assieme agli esseri umani e ad aiutarli mentre i lupi sono sempre stati visti come concorrenti. È un punto di vista antropocentrico che, proprio per questo motivo, contiene degli errori. La realtà è più complessa e mostra che i lupi meriterebbero maggior considerazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *