È aperto Tachyon Beam, il blog più veloce della luce

La home page del blog Tachyon Beam
La home page del blog Tachyon Beam

Un blog è in qualche modo vivo e nel corso del tempo può cambiare in molti modi, anche imprevisti. Per questo motivo, dopo oltre quattro anni di esistenza e oltre 1.500 articoli pubblicati, questo blog affronta ora un notevole cambiamento. Negli ultimi tempi gli articoli di astronomia e su missioni spaziali sono aumentati, tanto che da convincermi ad aprire un secondo blog chiamato Tachyon Beam sperando che si diffonda più velocemente della luce dedicato esclusivamente a quegli argomenti.

In origine, pensavo di dedicare molto più spazio sul mio blog a tecnologie come l’informatica e l’astronomia non era prevista. Mi sembrava che ci fossero altri siti che trattavano molto bene argomenti scientifici in generale e le missioni spaziali. Ho cominciato a scrivere di quegli argomenti quasi per caso, per riempire qualche giornata buca, e siccome ricevevano parecchie visite sono diventati argomenti regolari in poco tempo.

In retrospettiva, avrei potuto provare prima a scrivere di questi argomenti dato che comunque mi interessavano. I primi mesi di vita di questo blog sono stati alquanto sperimentali e in quel periodo mi sentivo di scrivere soprattutto di certi temi. Nel corso del 2011 ho imparato a scrivere recensioni decenti di romanzi e di serie televisive, in particolare di “Doctor Who”. Mi sono anche divertito molto ma col tempo ho voluto aggiungere altri argomenti e pian piano il blog è diventato quello degli ultimi due anni.

L’apertura di un nuovo blog spaziale non vuol dire un impoverimento per il blog NetMassimo, semmai un ritorno alle origini. Con la crescita degli articoli dedicata ad astronomia e missioni spaziali alcuni altri argomenti erano rimasti sacrificati, a cominciare dall’informatica. Ora spero di riuscire a scrivere più articoli riguardo a questi altri argomenti.

Non ho mai voluto scrivere articoli su articoli e solo negli ultimi due anni su questo blog ho pubblicato almeno un articolo al giorno. Con l’apertura del nuovo blog spaziale ci potranno essere giorni in cui pubblicherò qualcosa solo lì e viceversa, almeno fino alla prossima evoluzione di questo e/o del nuovo blog. Spero che almeno parte dei miei lettori seguirà entrambi i blog. 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *