L’arrivo di tre nuovi astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale completa l’equipaggio della Expedition 41

Barry Wilmore, Alexander Samokutyaev e Yelena Serova durante una conferenza stampa prima del lancio (Foto NASA/Aubrey Gemignani)
Barry Wilmore, Alexander Samokutyaev e Yelena Serova durante una conferenza stampa prima del lancio (Foto NASA/Aubrey Gemignani)

Poche ore fa la navicella spaziale Soyuz TMA-14M è partita dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, e dopo meno di sei ore ha raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale con a bordo tre nuovi membri dell’equipaggio. La Soyuz ha utilizzato la traiettoria veloce usata normalmente. C’è stato un problema ai pannelli solari della navicella, che non si sono dispiegati correttamente dopo l’entrata in orbita, ma è stato risolto dopo l’attracco alla Stazione perciò non ci saranno ripercussioni.

I tre nuovi membri dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale, che completano l’equipaggio della Expedition 41, sono:

Aleksandr Mikhailovich Samokutyayev. Nato il 13 marzo 1970 a Penza, nell’allora URSS, oggi in Russia, si è diplomato all’Accademia Gagarin dell’aeronautica militare russa e dal 2000 ha servito presso il Centro di Addestramento Cosmonauti Gagarin. Dopo essere stato assegnato all’equipaggio di riserva della Expedition 25 nel 2008 e come comandante di riserva della navicella Soyuz TMA-18 nel 2010, ha compiuto la sua prima missione sulla Stazione Spaziale Internazionale nel 2011, inizialmente come parte della Expedition 27 e successivamente della Expedition 28. Durante quella missione, ha compiuto una passeggiata spaziale. È sposato e ha una figlia.



Yelena Olegovna Serova. Nata il 22 aprile 1976 a Primorsky Krai, nell’allora URSS, oggi in Russia, si è laureata in ingegneria alla facoltà aerospaziale dell’Istituto di Aviazione di Mosca nel 2001 e in economia all’Accademia di Stato di Strumenti Ingegneristici di Mosca nel 2003. Dopo aver lavorato come ingegnere alla RSC Energia e al Centro Controllo Missione di Mosca, nel 2006 è stata selezionata come cosmonauta. È alla sua prima missione spaziale ed è la prima cosmonauta sulla Stazione Spaziale Internazionale. È sposata con il cosmonauta Mark Serov e i due hanno una figlia.

Barry Eugene “Butch” Wilmore. Nato il 29 dicembre 1962 a Murfreesboro, in Tennessee, negli USA, si è laureato in ingegneria elettronica alla Tennessee Technological University e in sistemi aeronautici all’Università del Tennessee. Entrato nella Marina militare americana, si è diplomato alla United States Naval Test Pilot School (USNTPS). Come pilota, ha accumulato oltre 6.200 ore di volo con vari tipi di aerei. Nel 2000 è stato selezionato dalla NASA come pilota. Ha lavorato su vari sistemi di propulsione, compresi quelli degli Space Shuttle, e in vari team di supporto per altri astronauti. Ha fatto parte dell’equipaggio dello Space Shuttle Atlantis nella missione STS-129 nel 2009, che ha fatto scalo sulla Stazione Spaziale Internazionale. È sposato e ha due figlie.

Secondo i piani, i nuovi membri dell’equipaggio torneranno sulla Terra nel marzo 2015. Sulla Stazione Spaziale Internazionale, porteranno avanti la manutenzione ordinaria, una serie di esperimenti scientifici e gestiranno l’arrivo e la partenza di varie navicelle spaziali.

La navicella spaziale SoyuzTMA-14M al decollo (Foto NASA/Joel Kowsky)
La navicella spaziale SoyuzTMA-14M al decollo (Foto NASA/Joel Kowsky)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *