Dal 9 aprile 2014 i canali DMAX, laeffe, Giallo e Focus saranno disponibili anche nel bouquet di Sky

Domani, 9 aprile 2014, entreranno a far parte del bouquet satellitare di Sky quattro canali già disponibili sul digitale terrestre. Si tratta di tre canali del gruppo Discovery Italia e di quello del gruppo Feltrinelli.

DMAX. Inserito sul canale 136 del decoder Sky, sarà affiancato da DMAX+1 sul canale 137. È un canale che trasmette programmi di vari argomenti, dallo sport, ai documentari sulla natura, ad altri su crimini, aste e lifestyle fino alle finestre informative. In passato i programmi sportivi erano focalizzati sui motori, quest’anno ha trasmesso anche il 6 nazioni di rugby dando spazio a questo sport anche con altre rubriche dedicato ad esso.

laeffe. Inserito sul canale 139 del decoder Sky e visibile solo con i decoder HD, è il canale del gruppo Feltrinelli nato nel maggio 2013. Le trasmissioni riguardano principalmente l’informazione e la cultura. Trasmette due cicli di cinema, il LaEFFE film festival, dedicato al cinema d’autore dai migliori festival del mondo, e Real cinema, dedicato ai film documentari. I programmi includono anche serie televisive di qualità e rubriche di informazione di vario tipo.

Giallo. Inserito sul canale 136 del decoder Sky, il nome già indica quale tipo di programmi trasmetta questo canale lanciato nel maggio 2012. In realtà, vengono trasmessi film e serie televisive che si estendono ai generi mystery, noir, legal drama e altri affini ai gialli più classici. Ecco allora che a serie propriamente poliziesche si sono affiancate altre a volte difficilmente inquadrabili come “Touch”, “Incubi e deliri” o “Night Stalker”. Il canale Giallo trasmette anche “Giallo News”, brevi finestre informative.

Focus. Inserito sul canale 418 del decoder Sky, è un canale nato nel luglio 2012 nato dalla rivista mensile omonima. È quindi facile intuire che i programmi trasmessi riguardano le scienze e le tecnologie ad ampio raggio. Si tratta infatti di documentari di molti tipi diversi che generalmente hanno un’impostazione divulgativa per essere accessibili anche ad un pubblico giovane o che comunque non ha una specifica istruzione sugli argomenti trattati.

Trattandosi di canali già visibili gratuitamente che quindi non saranno in esclusiva su Sky, non si tratta in realtà di nulla di nuovo. Per gli abbonati Sky è solo una comodità in più per poterli vedere e anche registrarne più facilmente i programmi per chi ha il MySky.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *